Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: Cherif Chekatt localizzato e ucciso dalle forze speciali, in un deposito del quartiere di Neudorf, dove era stato visto per l'ultima volta
- Francia: il killer era armato di una pistola e di un coltello, aveva minacciato i poliziotti, sparando per primo, nessun ferito tra gli agenti
- Bruxelles: manovra con deficit al 2,04%, dopo vertice Juncker-Conte, commissario Ue Moscovici, ancora non ci siamo, ma vogliamo l'accordo
- Milano: i giudici stabiliscono che il caso mense di Lodi è discriminazione, il regolamento che penalizza gli stranieri deve cambiare
- Costa Rica: rapinato e ucciso con un coltello, Gianfranco Pescosolido, 56 anni, abitava nel Paese da anni, era uscito per una passeggiata in un parco
- Calcio: Europa League, Lazio-Eintracht Francoforte 1-2, biancazzurri già qualificati, fuori dai sedicesimi per differenza reti il Milan, battuto 3-1 dall' Olympiakos
- Calcio: ufficiale, l'ex direttore generale della Juventus, Beppe Marotta, è il nuovo amministratore delegato dell'Inter per l'area sportiva
- Nuoto: mondiali in Cina, argento per Simona Quadarella, secondo posto negli 800 metri stile libero in vasca corta
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
23 novembre 2018
  1. /

F1, domenica ultimo Gran Premio della carriera per Alonso

Oggi il via il weekend di Abu Dhabi, che chiuderà la stagione

"Non sono ancora entrato nello spirito di questo Gp ma so che sarà una gara speciale e spero che sia anche buono per il risultato": Fernando Alonso chiuderà domenica la sua pluriennale esperienza nel circus della F1, dove ha corso più di 300 Gran Premi, vincendone 32 e, soprattutto, conquistando due titoli mondiali piloti. Intervenuto nella conferenza stampa che dà il via al week end di Abu Dhabi, ultimo appuntamento della stagione, il pilota spagnolo ha più che altro fatto una summa della sua lunghissima esperienza in F1 dove ha esordito nel lontano 2001: "Ho sempre cercato di fare del mio meglio - ha spiegato lo spagnolo della McLaren - La stagione con Hamilton nel 2007 è stata la più bella, ma più che per le vittorie mi piace ricordare le persone con cui ho lavorato, con cui ho condiviso parte della mia vita per 17 anni, metà della mia vita. Questo ricorderò sempre di questo mondo, la disciplina, la preparazione maniacale dei team in ogni parte del mondo non la vedrete mai in altri sport e ad un livello così alto e di perfezionismo come nella F1". Sull'avversario più duro affrontato in questi 17 anni, Alonso non ha dubbi: "Difficile sceglierne uno, ma se dovessi sceglierne uno dico Michael Schumacher perchè quando sono arrivato lui dominava questo sport. Io l'ho visto sempre vincente e improvvisamente mi sono trovato a lottare ruota a ruota con lui ed è stato molto emozionante", conclude Alonso, che non esclude un domani un clamoroso ritorno in F1. "La porta per tornare non è completamente chiusa. Vedremo come mi sentirò fra un anno, magari ad aprile-maggio sarò disperato sul divano a casa, anche se mi sembra difficile tornare indietro e l'idea non è originale. Non so cosa mi riserva il futuro, questa sarà la mia sfida personale, ora non so cosa farò nel 2020, la vita è lunga e meravigliosa, amerò sempre la F1 e magari un giorno tornerò come capo della F1, padre o in un qualsiasi altro ruolo". 

F1, domenica ultimo Gran Premio della carriera per Alonso