Gérard Depardieu è in stato di fermo. Per l'attore francese nuove accuse di molestie sessuali

Gérard Depardieu è in stato di fermo. Per l'attore francese nuove accuse di molestie sessuali

Gérard Depardieu è in stato di fermo. Per l'attore francese nuove accuse di molestie sessuali Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


Depardieu è stato convocato stamattina per essere interrogato. I fatti contestati risalgono al 2014 e al 2021. Ma non è la prima volta che l'interprete finisce nella bufera

Gérard Depardieu si trova in stato di fermo in un commissariato di Parigi, dove viene interrogato per due casi di molestie sessuali. Ad annunciarlo, questa mattina, era stata BFM TV. Settantacinque anni, forse il più noto tra gli attori francesi, con una carriera fatta di numerosi premi e ruoli iconici, dal Conte di Montecristo a Cyrano de Bergerac ad Asterix e Obelix, Depardieu è stato denunciato da due donne. La prima, una scenografa, parla di fatti accaduti nel settembre del 2021, sul set di Les Volets Verts. L'attore l'avrebbe afferrata mentre era seduto in un corridoio, palpeggiandola mentre la teneva bloccata tra le gambe, e dicendole frasi oscene. Un episodio per cui poi si sarebbe scusato su pressione del resto dell'equipe del film. Salvo continuare ad insultare la donna per tutto il tempo delle riprese. Accuse negate da Depardieu lo scorso ottobre, con una lettera inviata a Le Figaro. La seconda denuncia arriva invece da un'assistente di produzione, che ha raccontato di essere stata palpeggiata e di aver ricevuto frasi esplicite sul set di Le Magicien et les Siamois, nel marzo 2014. 


LE ALTRE ACCUSE

Dal 2020 Depardieu è indagato per un altro caso, quello di stupro nei confronti dell'attrice Charlotte Arnould. In prescrizione invece la denuncia di un'altra attrice, Hèlène Darras, per una violenza che sarebbe avvenuta durante le riprese di un film nel 2007. Fa riferimento al 1995 la giornalista Ruth Baza. Casi che hanno scosso l'opinione pubblica parigina, con un'ondata di indignazione che ha portato al cosiddetto #Metoo francese, con accuse anche contro altri esponenti di spicco del cinema - proteste che negli ultimi mesi si sono aperte anche agli uomini, con il #metoogarçons. Quanto a Depardieu, nel 2023 quasi 60 personalità di spicco francesi, non solo attori, hanno preso le sue difese, parlando di linciaggio mediatico in una lettera pubblicata da Le Figaro. Dal canto suo, Depardieu si è sempre difeso: "Mai e poi mai ho abusato di una donna". 





Argomenti

Gérard Depardieu
Molestie sessuali
Stato di fermo

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

    Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

  • Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori

    Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori

  • Campi flegrei, si lavora per verificare la sicurezza degli edifici. Domani vertice a Palazzo Chigi

    Campi flegrei, si lavora per verificare la sicurezza degli edifici. Domani vertice a Palazzo Chigi

  • Iran, è morto il presidente Raisi. Le reazioni internazionali e le nuove elezioni

    Iran, è morto il presidente Raisi. Le reazioni internazionali e le nuove elezioni

  • Anzola dell'Emilia, fermato un collega per l'omicidio dell'ex vigilessa Sofia Stefani

    Anzola dell'Emilia, fermato un collega per l'omicidio dell'ex vigilessa Sofia Stefani

  • Ucraina, visita a sorpresa di Blinken a Kiev. Vladimir Putin giovedì sarà in Cina

    Ucraina, visita a sorpresa di Blinken a Kiev. Vladimir Putin giovedì sarà in Cina

  • Ucraina, raid intensi su Kharkiv. Lavrov, se l'Occidente vuole combattere Mosca è pronta

    Ucraina, raid intensi su Kharkiv. Lavrov, se l'Occidente vuole combattere Mosca è pronta

  • Milano, aggredisce la Polizia e rimane ferito. Ancora gravi ma stabili le condizioni dell'agente colpito ieri

    Milano, aggredisce la Polizia e rimane ferito. Ancora gravi ma stabili le condizioni dell'agente colpito ieri

  • Biden, se Israele entra a Rafah stop all'invio di armi. Netanyahu, avanti anche da soli

    Biden, se Israele entra a Rafah stop all'invio di armi. Netanyahu, avanti anche da soli

  • Bolzano, vasto incendio in uno stabilimento industriale. Vigili del Fuoco a lavoro

    Bolzano, vasto incendio in uno stabilimento industriale. Vigili del Fuoco a lavoro