Il Covid assedia la Serie A, dopo il Genoa, trema anche il Napoli, campionato a rischio

29 settembre 2020, ore 15:26

Nuovi tamponi al Genoa, dopo che 14 tesserati sono risultati positivi; se il risultato fosse confermato sarebbe a rischio la partita di sabato con il Torino; e ora trema anche il Napoli, che domenica scorsa ha affrontato i rossoblu

Genoa sotto assedio

Questa mattina tutti i tesserati del Genoa sono stati nuovamente sottoposti a tampone. Ieri sono emerse 14 positività tra calciatori e staff. A quanto si apprende, soltanto una persona presenta sintomi da Covid, gli altri sarebbero tutti asintomatici. Se i risultati venissero confermati anche dai test effettuati oggi, sarebbe a rischio-rinvio la partita Genoa-Torino, attualmente in programma sabato alle ore 18.00. Il direttore generale del Genoa Flavio Ricciardella ha dichiarato: “Oggi non possiamo allenarci, probabilmente non potremo farlo neanche nei prossimi giorni. Affrontare una gara in queste condizioni mi sembra difficile ma aspettiamo quello che ci diranno la Lega e l'Asl. Abbiamo avvisato anche la Federazione, non abbiamo fatto alcuna richiesta ma ci aspettiamo una decisione coerente col momento, nell'interesse di tutti.” Ricciardella ha anche sottolineato che domenica contro il Napoli sono stati impiegati soltanto calciatori risultati negativi all’ultimo controllo.

Napoli in ansia 

Ma la preoccupazione si è trasferita anche a Napoli. Domenica scorsa i partenopei hanno affrontato proprio il Genoa. Naturalmente in campo al san Paolo ci sono stati numerosi contatti. La società oggi ha fatto effettuare un nuovo tampone a tutti i componenti della squadra, i risultati arriveranno domani mattina. Così il dottor Giuseppe Portella, direttore del laboratorio che si occupa dei tamponi della squadra di De Laurentiis: “Finora i tamponi per i calciatori del Napoli sono sempre stati negativi. L'ultima volta che li abbiamo contati, ne abbiamo effettuati 4.000. I giocatori hanno effettuati un nuovo test, li analizzeremo in laboratorio e domani mattina potremo dare un responso”. Un responso particolarmente atteso perché domenica prossima il Napoli dovrebbe giocare in casa della Juventus. Logico che Gattuso speri di poter affrontare questa sfida avendo a disposizione un organico adeguato. Per di più il Napoli si presenterà a Torino a punteggio pieno, con due punti di vantaggio sulla squadra di Andrea Pirlo.
Il Covid assedia la Serie A, dopo il Genoa, trema anche il Napoli, campionato a rischio

Le incognite sul futuro

Prima di arrivare a conclusioni e prendere decisioni, i vertici del calcio attendono notizie da Genova. C’è la remota speranza che – almeno per alcuni dei 14 presunti contagiati in casa rossoblu– si sia trattato di un caso di falsa positività. Si dovrà poi capire se il problema Covid ha queste dimensioni soltanto al Genoa, oppure se l’emergenza si stia allargando a macchia d’olio. Se la questione fosse limitata alla squadra del presidente Preziosi, si potrebbe risolvere in modo abbastanza semplice, rinviando la gara contro il Torino. Il discorso sarebbe diverso se si scatenasse un effetto domino e la questione dovesse investire con numeri massicci anche altre società. Per ora il ministro per la sport Vincenzo Spadafora resta cauto: “Non siamo ancora nelle condizioni per ipotizzare una sospensione del campionato di Serie A. Certo, la situazione va monitorata con attenzione, sono molto preoccupato, nelle prossime ore mi confronterò con il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina e con il presidente della Lega Serie A Paolo Dal Pino”.  Il viceministro per la salute Pierpaolo Sileri ha aggiunto: “Quando hai una squadra con 14 positivi anche disputare una partita diventa difficile. Se qualcuno del Napoli dovesse risultare positivo, ci dovrebbe essere un blocco di almeno 7 giorni; e intanto i calciatori evitino di abbracciarsi per un gol". In attesa dei risultati dei tamponi del Napoli, c’è chi propone di far slittare tutte le partite della terza giornata, in programma nel prossimo week end. Poi ci sarebbe la sosta per gli impegni della Nazionale, quindi il campionato potrebbe ripartire nel fine settimana 17-18 ottobre. Ma per il momento sono soltanto ipotesi.

Tags: campionato, coronavirus, covid, genoa, giocatori, napoli, positivi, serie a

Share this story: