Il dopo rissa di Psg- Marsiglia, Neymar e Gonzalez, accuse reciproche, la battaglia prosegue sui social

14 settembre 2020, ore 18:08

Per la bagarre di Psg- Marsiglia, con cinque espulsi, in arrivo maxi squalifiche,anche per Di Maria

La polemica sul razzismo nel calcio non si placa, dopo quanto è accaduto in Francia. Neymar da Silva Santos Júnior, non molla. La feroce discussione scoppiata dopo la rissa nelle fasi finali di Psg- Marsiglia, sta proseguendo via social. La ventottenne stella brasiliana accusa Gonzalez di averlo chiamato scimmia, in filmati sulla rete si possono anche notare lo sputo di Di Maria verso il calciatore del Marsiglia , e altre fasi della mega rissa che ha causato cinque espulsioni, tra cui c’è stato anche l’asso carioca.

Botta e risposta tra Neymar e Gonzales attraverso Twitter 

Oggi Neymar, attraverso il suo account di Twitter, si è espresso così: "Mi dispiace solo di non aver colpito in faccia quello str...o". E poi ha aggiunto : "Per il VAR è stato facile cogliere la mia aggressività, ora voglio vedere anche l'immagine del razzista che mi ha chiamato 'scimmia figlio di put...a'. Io vengo espulso e a lui cosa succede?". Anche Gonzalez ha in qualche modo risposto al brasiliano usando Twitter: "Non c'e' posto per il razzismo. A volte devi imparare a perdere e assumerti le responsabilità sul campo".

Tensione altissima tra i due club e tra i tifosi 

Intanto Il direttore sportivo del club di Parigi, Leonardo ha criticato l'arbitro Brisard: "La partita era fuori controllo, lo dimostrano i 14 cartellini gialli e i 5 rossi, questa sfida alla terza giornata è incomprensibile. Non capisco perché la Federazione non abbia mandato un arbitro come Turpin o Buquet, questo non aveva esperienza per una classica come Psg-Marsiglia". Il Marsiglia cerca di evitare commenti, ma la rivalità tra le società, e soprattutto tra le tifoserie, è accesa come non mai. Basta ricordare che dopo la finale di Champions, persa dal Psg, a Marsiglia ci fu una vera e propria festa, con migliaia di persone per strada. Senza alcun distanziamento sociale.


Il dopo rissa di Psg- Marsiglia, Neymar e Gonzalez, accuse reciproche,  la battaglia prosegue sui social

Ora Neymar rischia una maxi qualifica

Adesso su Neymar potrebbe abbattersi la mannaia del giudice sportivo, potrebbero essergli infatti comminate fino a un massimo di sette giornate di squalifica. Espulso con l’esame del Var dopo il battibecco con Alvaro Gonzalez (nel complesso cinque i cartellini rossi estratti dall’arbitro), il brasiliano ha protestato vivacemente per gli insulti di stampo razzista che avrebbe ricevuto dall'avversario. Nella bagarre anche lo sputo di Di Maria, che potrebbe costare all’argentino una squalifica di sei giornate.

Psg e Neymar avvio della stagione in salita 

La League One è cominciata per il Psg come peggio non si poteva. Da oltre 30 anni i parigini non perdevano due incontri nell’avvio del torneo. E la stagione strana, con il campionato francese fermato, poi con la ripresa per la fase finale della Champions non ha certo aiutato. La finale persa, poi ha tolto le energie residue al club parigino. Neymar nelle settimane scorse è stato contagiato dal Covid 19, probabilmente contratto in vacanza Spagna, ad Ibiza, dopo la delusione in finale di Champions. È stato dichiarato guarito appena due giorni prima della partita contro il Marsiglia. Impiegato da Tuchel, con un paio di allenamenti nelle gambe è tornato in campo. Ovviamente in condizioni a dir poco precarie. La scelta potrebbe rivelarsi davvero infelice, il Psg alla fine ha perso la partita 1-0, e il brasiliano salterà molte gare.


Tags: Calcio, Neymar, Paris Saint Germain, Razzismo

Share this story: