Il miliardario Ronald Wayne Burkle ha comprato, per 22 milioni di dollari, Neverland, il ranch da favola appartenuto a Michael Jackson

26 dicembre 2020, ore 12:58
agg. 28 dicembre 2020, ore 14:38

La tenuta, che si estende su 1.100 ettari di terreno, a 65 chilometri da Santa Barbara, era stata acquistata da Michael Jackson, negli anni '80, per 19,5 milioni di dollari

Neverland, il ranch da favola appartenuto a Michael Jackson, ha cambiato padrone. È stato acquistato dal miliardario del Montana Ronald Wayne Burkle, già consulente d'affari e amico di Jackson, che lo ha pagato 22 milioni di dollari, una cifra ben al di sotto rispetto al valore  attribuito alla tenuta, che si estende per oltre 1.100 ettari di terreno, situata a 65 chilometri da Santa Barbara, in California. Neverland, ma non si chiamava ancora così, venne costruita tra il 1977 e il 1982.


Nel 2015 Neverland venne valutato più di 100 milioni di dollari

La somma esatta versata dal magnate Burkle per prendere Neverland non è stata precisata, ma, secondo il Wall Street Journal, il prezzo di 22 milioni di dollari, filtrato nelle ultime ore, sarebbe quello giusto. Il denaro speso da Burkle, comunque, non è assolutamente comparabile alla valutazione di 100 milioni di dollari risalente al 2015. L'anno scorso il prezzo era sceso a 31 milioni, ma la trattativa per l'immensa proprietà non aveva trovato nessuna conclusione. Michael Jackson, assalito dai debiti contratti per il suo stile di vita, a dir poco dispendioso, qualche mese prima di morire il 25 giugno del 2009, aveva venduto Neverland alla Colony Capital di Thomas Barrack Jr. Cifra concordata, 22,5 milioni di dollari.


Una proprietà da favola costruita nel 1977

Nel 1977 l'imprenditore immobiliare William Bone, con l'obbiettivo di costruire il suo ranch dei sogni, visionò il Zaca Ladera Ranch, a Santa Ynez Valley, zona quasi selvaggia della California, a due ore di macchina da Los Angeles. Le sue colline erano ricoperte di alberi di sicomoro e lecci, e la vicinanza alla costa e le fresche brezze favorivano un terreno umido. Nelle vicinanze c'erano alcuni dei più grandi vigneti nel sud della California. Bone, rapito dal paesaggio, decise di realizzare, proprio lì, un'enorme tenuta con case per gli ospiti, giardini immensi e un lago artificiale con una cascata e un ponte di pietra che attraversava un ruscello. Lo chiamò Sycamore Valley Ranch e decise di viverci con tutta la sua famiglia. Nel 1982, dopo anni di lavori a cui avevano partecipato centinaia di artigiani chiamati da tutti gli Stati Uniti, la casa, in stile Tudor, venne ultimata definitivamente e messa in vendita. In quegli anni Michael Jackson, ospite di Bone nel Ranch per qualche giorno assieme all'amico e collega Paul McCartney, volle acquistarlo e ci riuscì, al termine di una lunga trattativa, nel 1988, per una cifra vicina ai 19,5 milioni di dollari. Jackson decise un'ulteriore ristrutturazione e vi fece aggiungere una pista da go-cart, un cinema/teatro, una sala giochi, un parco divertimenti con una ruota panoramica, svariate giostre, uno zoo personale e, successivamente, anche una stazione ferroviaria personale, con un treno a vapore. Il nuovo padrone di casa cambiò il nome del ranch da Sycamore a Neverland, come veniva chiamata l'isola che non c'è, il luogo immaginario delle avventure di Peter Pan, il personaggio preferito da Michael, a cui dichiarò in varie interviste di ispirarsi. 


Neverland al centro dello scandalo sessuale 

Nel 1993 e nel 2003 Michael Jackson venne accusato di abusi da due giovani ragazzi che passavano molto tempo a Neverland. Le accuse del 1993 sono state risolte senza ricorrere al tribunale dato che, prima del processo, Jackson versò una somma di denaro per farle ritirare, ma quelle del 2003 hanno dato origine ad un procedimento in cui, nel 2005, Jackson è stato dichiarato non colpevole per tutti i 10 capi d'accusa. Neverland venne perquisita per due volte, nel novembre 2003 e, nuovamente, nel dicembre 2004. In un recente documentario della Hbo, "Leaving Neverland", sono state riportate le testimonianze di due uomini che affermano di essere stati abusati sessualmente da Michael Jackson da bambini. Gli eredi della star del pop hanno citato in giudizio (e vinto in appello) la Hbo.


Il miliardario Ronald Wayne Burkle ha comprato, per 22 milioni di dollari, Neverland, il ranch da favola appartenuto a Michael Jackson
Tags: 22 milioni di dollari, Michael Jackson, Neverland, ranch, Ron Burkle, Santa Barbara

Share this story: