Il Papa è arrivato in Mongolia, missione di pace nel paese incastonato tra Cina e Russia

Il Papa è arrivato in Mongolia, missione di pace nel paese incastonato tra Cina e Russia

Il Papa è arrivato in Mongolia, missione di pace nel paese incastonato tra Cina e Russia Photo Credit: agenziafotogramma.it


E' il primo viaggio di un Pontefice nel paese a maggioranza buddista. Messaggio di auguri a Pechino e l'ennesimo messaggio di auspicio per la pace: "speriamo insieme"

LA PACE SULLO SFONDO

La Mongolia è incastonata tra Russia e Cina. Non è una destinazione banale quella scelta dal Papa per il suo 43esimo viaggio pastorale. Da un anno e mezzo, da quando la Russia ha invaso l’Ucraina, il Pontefice rivolge accorati appelli per la pace. E lo farà anche in questa parte di mondo. Che da una parte guarda a Mosca e dall’altra si rivolge verso Pechino, la potenziale grande alleata di Vladimir Putin.

PRIMA VOLTA IN MONGOLIA

Il Papa è atterrato a Ulan Bator nella notte, dopo un volo di più di nove ore a bordo di un Airbus 330 di Ita Airways. All’aeroporto Ghinggis Khaan il Pontefice è stato accolto dal ministro degli esteri della Mongolia Batmunkh Battsetseg. Dopo una breve cerimonia di saluto, Bergoglio si è trasferito presso la sede della Prefettura Apostolica, dove soggiornerà fino a lunedì prossimo. Per oggi non sono previsti altri appuntamenti pubblici, per consentire al Santo Padre di riposare e assorbire il fuso orario.

PAESE BUDDISTA

Per la prima volta nella storia un Papa arriva in Mongolia. Si tratta di un paese a maggioranza buddista, i cattolici sono una piccola comunità di sole 1500 persone. Bergoglio si è presentato come “fratello di tutti”, il motto del suo viaggio è “Speriamo insieme” e non è difficile collegarlo ai suoi auspici di pace. Da domani inizieranno gli incontri ufficiali.


MESSAGGIO ALLA CINA

Il Papa, durante il volo verso Ulan Bator, ha sorvolato la Croazia, la Bosnia ed Erzegovina, la Serbia e il Montenegro, la Bulgaria, la Turchia, la Georgia, l'Azerbaijan, il Kazakistan e infine la Cina, ha fatto pervenire, come è prassi in tutti i viaggi, i telegrammi ai rispettivi Capi di Stato. Nel momento in cui il volo papale ha sorvolato la Cina, Bergoglio ha inviato ''saluti di auguri al presidente Xi Jingping e al popolo della Cina mentre passo attraverso lo spazio aereo del tuo Paese in rotta verso la Mongolia, e assicuro preghiere per il benessere della Nazione: invoco su tutti voi le benedizioni divine di unità e pace”.

LA RISPOSTA DI PECHINO

La Cina vuole rafforzare la fiducia reciproca con il Vaticano, dopo che il Papa ha inviato un messaggio di saluto e di augurio al presidente Xi Jinping e al popolo cinese, durante il suo passaggio sullo spazio aereo del Dragone diretto verso la Mongolia. "La Cina è pronta a continuare a lavorare con il Vaticano per impegnarsi in un dialogo costruttivo, migliorare la comprensione, rafforzare la fiducia reciproca", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, parlando nel briefing quotidiano.




Argomenti

Bergoglio
Cina
Mongolia
papa
Russia

Gli ultimi articoli di Paolo Pacchioni

  • E' scattata l'operazione Europei, gli azzurri di Spalletti sono sbarcati in Germania

    E' scattata l'operazione Europei, gli azzurri di Spalletti sono sbarcati in Germania

  • Azzurri, vittoria convincente contro la Bosnia Erzegovina, 1-0 per l'Italia con gol di Frattesi

    Azzurri, vittoria convincente contro la Bosnia Erzegovina, 1-0 per l'Italia con gol di Frattesi

  • Verso gli Europei, l'Italia da oggi riprende la preparazione; la prossima settimana si parte per la Germania

    Verso gli Europei, l'Italia da oggi riprende la preparazione; la prossima settimana si parte per la Germania

  • Nazionale, a Bologna uno scialbo 0-0 contro la Turchia. Per gli azzurri tanto possesso palla e poche occasioni

    Nazionale, a Bologna uno scialbo 0-0 contro la Turchia. Per gli azzurri tanto possesso palla e poche occasioni

  • Giro d’Italia, Roma incorona Pogacar, a Merlier la volata di Roma

    Giro d’Italia, Roma incorona Pogacar, a Merlier la volata di Roma

  • Il dominatore Tadej Pogacar impone la sua legge anche a Bassano del Grappa

    Il dominatore Tadej Pogačar impone la sua legge anche a Bassano del Grappa

  • A SAPPADA BELLA VITTORIA DI ANDREA VENDRAME

    A SAPPADA BELLA VITTORIA DI ANDREA VENDRAME

  • Giro d’Italia, a Padova vince il belga Merlier, secondo posto per Jonathan Milan

    Giro d’Italia, a Padova vince il belga Merlier, secondo posto per Jonathan Milan

  • Giro d’Italia, Pogacar concede una tregua, vince il tedesco Steinhauser

    Giro d’Italia, Pogacar concede una tregua, vince il tedesco Steinhauser

  • Giro d’Italia, incontenibile Pogacar, cala il pokerissimo

    Giro d’Italia, incontenibile Pogacar, cala il pokerissimo