Il presidente della Repubblica Mattarella consegna il tricolore agli atleti olimpici: “Tiferò per voi”

23 giugno 2021, ore 17:00

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha ricevuto, nei Giardini del Quirinale, gli azzurri in partenza per Tokyo e consegnato il vessillo ai due portabandiera Jessica Rossi ed Elia Viviani. A tutti gli atleti ha rivolto un augurio “sincero e carico di speranza” ed ha promesso, che proverà a seguire quante più gare possibili

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale gli atleti italiani in partenza per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020. "Queste sono le Olimpiadi del post pandemia" ha detto Mattarella aggiungendo che "nel tempo che stiamo attraversando portano un carico di speranza che da un valore speciale allo sport”. A rafforzare il concetto che questi Giochi segnano il desiderio di ripartire il capo dello Stato ha sottolineato come “La storia delle olimpiadi e paralimpiadi è stata attraversata negli anni da guerre, tensioni ed anche terrorismo. Queste olimpiadi arrivano dopo una pandemia che ha compresso la vita sociale in tutto il mondo quindi il sentimento di speranza, il desiderio di riavviarsi è molto sentito".

LE PAROLE DI MATTARELLA, FORZA E SPRONE PER GLI OLIMPIONICI

"Le Olimpiadi mandano da sempre un messaggio di pace, speranza e universalità. Potremo vincere le sfide più grandi che ci aspettano soltanto se sapremo affrontarle insieme. Un augurio sincero e carico di speranza a tutti voi. E nonostante la mia età non più verdissima, proverò a seguire quante più gare mi sarà possibile e tiferò per voi” ha detto il presidente che compirà 80 anni il 23 luglio, proprio nel giorno della cerimonia di apertura dei Giochi. “Chi assiste alle Olimpiadi e Paralimpiadi non si rende conto di quanto lavoro ci sia, quanti sacrifici si devono compiere. Sarà molto bello veder sfilare una coppia di alfieri per Olimpiadi e Paralimpiadi. Speriamo di ascoltare spesso l'inno nazionale. E' un bene puntare a un bel medagliere ed è bene puntare a migliorarsi, ma come sapete non è solo il risultato a conferire l'importanza ai Giochi. Il successo è soprattutto dato dalle conseguenze per il movimento, che possa crescere e che ne possano trarre vantaggio i giovani".

I PORTABANDIERA AZZURRI

Un'Olimpiade dove per la prima volta il tricolore sarà portato da due portabandiera, la tiratrice a volo Jessica Rossi e il ciclista Elia Viviani, e per quelli paralimpici, la schermitrice Bebe Vio e il nuotatore Federico Morlacchi.


Il presidente della Repubblica Mattarella consegna il tricolore agli atleti olimpici: “Tiferò per voi”

MALAGO’ CITA DANTE “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE”

"Sarà un'Olimpiade diversa da ogni altra, saranno i Giochi più importanti e belli di sempre. Nella storia dello sport avremo un prima e un dopo Tokyo. E per la prima volta avremo due portabandiera. Il giusto ringraziamento a due sport che hanno fatto la storia" ha detto il presidente del CONI Giovanni Malagò introducendo i portabandiera Elia Viviani e Jessica Rossi. "Durante la Cerimonia di inaugurazione del 23 luglio - ha aggiunto il numero uno del Coni - la delegazione sarà ancora più onorata di portare quel vessillo visto che il presidente Mattarella compirà quel giorno 80 anni. Lei, Presidente, sarà il nostro capitano. C'è un'incredibile attesa per questo evento, perché lo sport rappresenta come pochi un momento di coesione nazionale. Chiudo con una citazione per la ricorrenza dei 700 anni della scomparsa di Dante che nell'ultimo canto dell'Inferno dice "e quindi uscimmo a riveder le stelle".





Tags: Azzurri, Coni, Giovanni Malagò, Olimpiadi Tokyo 2020, Portabandiera, Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, Tricolore

Share this story: