Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
-
-
-
- Usa: Russiagate, conclusioni procuratore Mueller, nessuna collusione tra Trump e Mosca, Trump, no collusione, no ostruzione, manteniamo grande l'America
- Roma: ius soli, sindaco Milano Sala, Salvini evita il dibattito, polemica dopo le affermazioni del ministro dell'Interno sul bambino di origine straniera che ha lanciato l'allarme dal bus sequestrato nel milanese
- Basilicata: è del 39,73% l'affluenza alle urne alle 19 per le elezioni regionali, si potrà votare fino alle 23, per la presidenza in lizza quattro candidati
- Lecce: il premier Conte, la mia esperienza politica termina con l'attuale governo
- Londra: Brexit, raccolte 5 milioni di firme per revocare uscita dall'Ue, premier May convoca una riunione di crisi
- Torino: giovane violentata nel parco del Valentino, arrestato il presunto aggressore, originario della Guinea e irregolare
- Reggio Emilia: neonato di 5 mesi morto dopo essere stato sottoposto a circoncisione clandestina in casa, i genitori hanno origine ghanese
- Verbania: intera famiglia travolta da un'auto impazzita nel centro di Intra, un morto e tre feriti, due donne sono gravi
- Calcio: l'Italia arrivata a Parma, martedì gli azzurri affronteranno il Liechtenstein in una gara per le qualificazioni ai prossimi Europei
- Sport: Biathlon, Dorothea Wierer vince la Coppa del Mondo, è la prima italiana della storia
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
31 dicembre 2018

Inter-Napoli, arrestato capo ultras nerazzurro

In carcere Marco Piovella, indicato come possibile mente del blitz, un altro leader, Nino Ciccarelli, per ore in Questura

E’ Marco Piovella il capo ultras della curva dell’Inter arrestato oggi nell'ambito dell'inchiesta sugli scontri avvenuti prima della partita Inter-Napoli del 26 dicembre scorso. Piovella, 34 anni, soprannominato “il rosso” è uno dei leader della “Curva Nord”, in particolare dei “Boys”, e responsabile delle coreografie da diversi anni. Il 29 dicembre Piovella si era recato in questura, dopo che era stato indicato da Luca Da Ros, uno dei primi tre arrestati, come l'ispiratore dell'agguato ai tifosi napoletani. Le indagini, su quanto accaduto prima di Inter-Napoli del 26 dicembre continuano e il quadro che sembrerebbe emergere è di una rete di organizzazioni, per cui il calcio non è nulla più che un pretesto. Il Gip di Milano, Guido Salvini, nell’ordinanza di conferma della custodia cautelare in carcere per i tre ultras arrestati, all’indomani della violentissima rissa in strada, scrive di ‘un’azione di stile militare, preordinata e avvenuta a distanza, che ora può scatenare azioni simili e anche episodi di rappresaglia’. Parole durissime e che non hanno bisogno di commento. Secondo varie fonti, poi, risulterebbe indagato, ma a piede libero Nino Ciccarelli, 49 anni, personaggio di spicco del tifo estremo interista. Fondatore del gruppo dei ‘Vikings’, Ciccarelli è molto noto alle cronache giudiziarie, con 12 anni di carcere alle spalle e 5 di Daspo ancora in corso. Convocato dalla Digos in Questura, è stato trattenuto fino alla tarda serata di ieri.

Inter-Napoli, arrestato capo ultras nerazzurro