La terza dose di vaccino protegge anche dalla variante Omicron, in Italia raggiunte le 100 mila vaccinazioni

08 dicembre 2021, ore 16:00

Secondo i dati diffusi di Pfizer-BioNtech la terza dose di vaccino è efficace anche contro la variante Omicron; dal Sudafrica confermano che questa mutazione è molto contagiosa ma ha conseguenze meno gravi della precedente; in Italia raggiunta la quota di 100 mila vaccinazioni somministrate

TERZA DOSE EFFICACE

Tre dosi di vaccino neutralizzano la variante Omicron del coronavirus. Lo fa sapere Pfizer- BioNtech, che oggi ha pubblicato i risultati di uno studio sul suo siero. Da questa relazione emerge anche che l’efficacia delle due dosi – ottima in una prima fase- tende a diminuire con il tempo. In particolare viene definita bassa la protezione contro la nuova variante; la terza dose, però, moltiplica per 25 gli anticorpi contro la malattia, e secondo i primi dati a disposizione due dosi riuscirebbero comunque a proteggere contro i sintomi gravi della malattia. L’azienda ha anche affermato di essere pronta — nel caso si rendesse necessario — a realizzare un vaccino specifico contro Omicron entro il prossimo mese di marzo. Lo studio mostra che il sangue di soggetti vaccinati con due dosi e già infettati da Sars-Cov-2 è per lo più in grado di neutralizzare la variante, suggerendo che le dosi «booster» del vaccino potrebbero aiutare a respingere l’infezione. Lo studio avrebbe anche rilevato che la variante Omicron del coronavirus può eludere parzialmente la protezione offerta da due dosi del vaccino Pfizer. Si tratta di dati preliminari, che però sembrano dare una indicazione attendibile. In Sudafrica, dove la variante Omicron è stata individuata per la prima volta, è stato condotto un altro studio che ha confermato che questa mutazione è molto contagiosa ma porta a effetti meno gravi rispetto alle precedenti.



La terza dose di vaccino protegge anche dalla variante Omicron, in Italia raggiunte le 100 mila vaccinazioni

QUOTA SIMBOLICA

In Italia è stato tagliato un traguardo significativo: 100 milioni di dosi di vaccino somministrate. All’alba di questa mattina, secondo i dati ufficiali del Ministero della Salute, i sieri inoculati erano 99.792.722, quindi l’obiettivo viene raggiunto proprio in queste ore: alcuni hub vaccinali sono aperti anche oggi, nonostante la giornata festiva. Le persone che hanno ricevuto almeno una dose sono 47.477.646, pari all'87,91% della popolazione over 12. A completare il ciclo di due dosi sono stati in 45.830.582, l'84,86% della popolazione over 12. Volano anche le dosi booster: nella sola giornata di ieri sono state sono 441mila per un totale di 9.609.029 terze dosi inoculate. E una nuova accelerazione è prevista per i prossimi giorni, sono numerosi gli italiani che vogliono arrivare alle festività di Natale con tre dosi ricevute. C’è un altro dato molto significativo: nelle ultime due settimane è cresciuto ancora il numero di pazienti no vax ricoverati in terapia intensiva con un +32%; al tempo stesso continuano a diminuire quelli vaccinati, sono il 33% in meno rispetto a quindici giorni fa. Sono dati chiari: ignorarli significa avere le fette di salame sugli occhi; o essere in malafede.


Tags: COVID, OMICRON, PFIZER, TERZA DOSE, VACCINI

Share this story: