Ladispoli, sospeso il preside che aveva allontanato un bambino iperattivo. "Farò ricorso"

Ladispoli, sospeso il preside che aveva allontanato un bambino iperattivo. "Farò ricorso"

Ladispoli, sospeso il preside che aveva allontanato un bambino iperattivo. "Farò ricorso" Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


La decisione dell'ufficio scolastico del Lazio, dopo il mancato reintegro del bimbo a scuola. Il dirigente spiega che non era a conoscenza della decisione del Tar

Tutto era iniziato lo scorso 26 febbraio, quando il padre del piccolo aveva ricevuto una comunicazione sulla decisione di sospendere suo figlio, 6 anni, affetto da deficit dell’attenzione e iperattività associata alla difficoltà della regolazione degli aspetti comportamentali e aggressivi. Condizione che, secondo il Consiglio d'Istituto, sarebbe stata da considerarsi "non idonea alla comunità scolastica". L’uomo allora si era rivolto al Tar de Lazio, che una settimana fa aveva chiesto di reintegrare il piccolo, assegnando al minore anche ore di sostegno. Cosa che però non è accaduta. Così lo scorso 6 marzo il Ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara aveva inviato a scuola gli ispettori. Dopo la richiesta di accertamento, oggi l’ufficio scolastico regionale ha deciso di sospendere il dirigente dell’istituto, il Corrado Melone di Ladispoli. Al suo posto nominato un reggente, in attesa della conclusione dell'indagine ministeriale.


IL PRESIDE, "ACCANIMENTO"

Il presidente intanto si difende e parla di un "accanimento strano ed esagerato". "Farò ricorso, la verità verrà fuori" ha detto, spiegando che ricorrerà al giudice del lavoro. "Ho fiducia negli ispettori che faranno il loro lavoro, come già stanno facendo, e che porteranno alla verità. Se c'è una denuncia penale sarà il mio avvocato a proteggermi. Se invece è un procedimento scolastico e basta, è evidente che qualcuno mi vuole fuori dalla scuola". L'uomo ha spiegato di non aver reintegrato il piccolo perchè non era a conoscenza della decisione del Tar. "Era stata presa il pomeriggio precedente, quando la scuola era chiusa, e la mattina dopo la posta è stata aperta dopo l'orario di ingresso dei bambini". 


Argomenti

bambino
deficit attenzione
iperattivo
Ladispoli
scuola
Valditara

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

    Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

  • Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

    Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

  • Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

    Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

  • Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

    Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

  • Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

    Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

  • Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

    Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

  • Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

    Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

  • Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

    Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

  • Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

    Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

  • Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori

    Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori