Lutto nel mondo del Teatro, è morto a 97 anni il leggendario regista e sceneggiatore britannico Peter Brook

03 luglio 2022, ore 12:42

Il decesso è avvenuto ieri, ma la notizia è stata resa nota soltanto oggi dal quotidiano "Le Monde", Brook da anni viveva in Francia

"Lo spirito, questa materia immateriale impossibile da giustificare e da mostrare, è l'unica giustificazione per l'evento teatrale": era questa, come ricorda anche l'agenzia Ansa, una delle frasi preferite da Peter Brook, uno dei più grandi esponenti del Teatro internazionale.  Il notissimo regista e sceneggiatore britannico è morto ieri, in Francia, dove viveva ormai da tempo. Aveva 97 anni. Era nato il 21 marzo del 1925.


Le sue opere più conosciute

Ampissimo il suo curriculum artistico, ma le prime cose che vengono in mente sono il suo "Marat-Sade" di Weiss, a metà anni '60 e poi il colossale "Mahabarata", spettacolo per Avignone del 1985, divenuto anche film, e, recentemente, "Graphic Novel". "La corda tesa è l'immagine che meglio rappresenta la mia idea di teatro", dichiarava Brook, aggiungendo, "non voglio insegnare nulla, non sono un maestro, non ho teorie". Per lui l'importante è sempre stata l'impressione, far scattare la fantasia, che più è libera, più è essenziale e forte il punto di partenza.


Il legame con Shakespeare

Il Teatro è stato nella vita di Brook sin da quand'era ragazzo, se è vero, come è vero, che ha firmato la sua prima regia a 18 anni. Successivamente si è fatto notare come interprete delle opere di Shakespeare, tanto da diventare, prima, direttore del London's Royal Opera House e, nel 1962, della Royal Shakespeare Company, dove ha affiancato ai classici una serie di opere moderne e lavori sperimentali ispirati, in particolare, al "teatro della crudeltà" di Artaud.

   




Lutto nel mondo del Teatro, è morto a 97 anni il leggendario regista e sceneggiatore britannico Peter Brook
Tags: Peter Brook, Shakespeare, Teatro

Share this story: