Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: oggi al via gli esami di maturità per 500mila studenti, si comincia con il tema di italiano
- Calcio: Michel Platini fermato in Francia, interrogato nell'inchiesta sulla presunta corruzione per l'assegnazione dei mondiali, è stato rilasciato in nottata
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione al Qatar dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, sono estraneo ai fatti
- Brescia: un bambino di un anno è ricoverato in gravi condizioni, avrebbe ingerito cocaina, medici, sta migliorando
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, ha una fibra forte
- Napoli: premier Giuseppe Conte, recuperato clima di fiducia con Salvini e Di Maio dopo toni veementi della campagna elettorale
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona resta debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Calcio: mondiali femminili, Italia-Brasile 0-1, azzurre qualificate agli ottavi come prime del girone
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
30 dicembre 2018

Madagascar, l'uccello più raro del mondo torna in natura

Rilasciati 21 esemplari di una specie che per 15 anni è stata ritenuta estinta

L'uccello definito il "più raro del mondo" torna nel suo ambiente naturale: ne sono stati rilasciati 21 esemplari vicino ad un lago nel Nord del Madagascar. Si tratta della moretta del Madagascar, (nome scientifico Aythya Innotata), un'anatra tuffatrice che per 15 anni è stata ritenuta estinta. Prima della sua riscoperta nel 2006, infatti, l'ultimo avvistamento era stato fatto nel 1991. Dodici anni fa sono stati rinvenuti gli ultimi 25 esemplari della specie in un piccolo lago sperduto, dove si erano ritirati quando il loro habitat naturale era diventato troppo inquinato: ma erano solo "aggrappati all'esistenza in un luogo non proprio adatto a loro", spiega alla Bbc Rob Shaw, responsabile dei programmi di conservazione presso Wildfowl e Wetlands Trust (WWT). C'è voluto oltre un decennio di lavoro, ma il team internazionale, che comprendeva WWT, Durrell Wildlife Conservation Trust, The Peregrine Fund e il governo del Madagascar, dalla manciata di uova salvate e allevate in cattività ha potuto riportare in natura questo animale rarissimo.

Madagascar, l'uccello più raro del mondo torna in natura