Nazionale, Roberto Mancini ha rinnovato il contratto da commissario tecnico fino al 2026

17 maggio 2021, ore 20:00 , agg. alle 09:21

Il commissario tecnico resterà alla guida dell’Italia per i prossimi due Europei e altrettanti Mondiali

"Lavoriamo per arrivare alla vittoria velocemente, non c'era motivo per lasciarsi. Sono molto felice e ringrazio il presidente. Per noi è un bellissimo momento. Abbiamo allungato il contratto, ci saranno tante manifestazioni, non è semplice vincere, ma stiamo cercando di portare avanti un lavoro iniziato tre anni fa. Ci sono tanti giovani su cui puntare, speriamo che il nostro lavoro possa portare frutti molto velocemente, ma poi sappiamo che delle volte si deve aspettare di più. Servirà anche un po’ di fortuna in certi momenti. Inizieremo pensando di dire la nostra nell’Europeo . È questo il primo commento di Roberto Mancini al prolungamento del contratto da ct azzurro, fino al 2026.  Mancini resterà  quindi alla guida dell’Italia per i prossimi due Europei e altrettanti Mondiali: dopo quello in Qatar del 2022, sarà sulla panchina della nazionale azzurra anche nella competizione che si svolgerà nel 2026 tra Stati Uniti, Messico e Canada. Mancini ha poi commentato la coincidenza del prolungamento, che lo fa salire sul podio del ct più longevi, con il trentennale dello scudetto vinto con la Sampdoria. "Spero che possa essere di buon auspicio: anche lì con la Samp fu una cosa quasi impossibile. Anche qui sembrava impossibile arrivare a questo punto dopo il mondiale di Russia. Spero sia di buon auspicio per gli Europei". 


La soddisfazione del presidente Gravina

Il Presidente della FIGC, Gabriele Gravina ha commentato con entusiasmo il rinnovo di Mancini: "Sono molto contento perché, come Roberto sa, io ho sempre ribadito il rinnovo del contratto, era un obbiettivo della Federazione, soprattutto per continuare un lavoro e dare continuità anche per il futuro. Al di là dei risultati finali, come può essere la vittoria di un torneo, c'è alla base un percorso su cui bisogna lavorare. Con Mancini l'ho condiviso, Roberto lo sta portando avanti brillantemente da due anni e dare continuità a questo lavoro era una prerogativa della federazione, un investimento della federazione che dovevamo fare e lo dovevamo per rispetto a tutti i nostri tifosi. Siamo convinti di aver fatto una scelta importante, della federazione, sostenuta dalla federazione, il contratto è tra la Federazione e Mancini, non ci sono trasversalità differenti. Abbiamo anche un pizzico di lungimiranza, che prevede scadenza giugno 2026, quindi abbiamo diversi eventi da fare e un progetto da portare avanti, un progetto che affidiamo a Roberto, sapendo che quanto fatto va continuato e valorizzato in termini di entusiasmo. Certo se potessimo regalare un trofeo ai nostri tifosi che manca da tanti anni, credo sia un obbiettivo che dobbiamo mettere nel nostro mirino, non ci fasceremmo la testa se non dovesse avvenire".

Nazionale, Roberto Mancini ha rinnovato il contratto da commissario tecnico fino al 2026
Tags: Italia, Mancini, Nazionale

Share this story: