Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Agrigento: interrogatorio per 6 ore il comandante della Sea Watch, perquisita la nave ancora sotto sequestro a LIcata
- Roma: modifiche al decreto sicurezza, restano le multe per le navi delle ong che non rispettano le regole, saltano quelle per il soccorso ai migranti
- Roma: intercettata busta contenente un proiettile indirizzata a Salvini, il ministro degli interni, non mi fanno paura
- Roma: caso Cucchi, l'Arma dei carabinieri, il ministero della Difesa e il Viminale chiedono di costituirsi parte civile nel processo sui presunti depistaggi
- Roma: torna libera Debora Sciacquatori, la 19enne che ha ucciso il padre violento, accusa derubricata in eccesso colposo di legittima difesa
- Francia: Ocse su situazione economica dell'Italia, secondo l'Economic Outlook crescita stagnante nel 2019, modesta nel 2020
- Bruxelles: via libera dall'Ue, dal 2021 vietati oggetti in plastica monouso come piatti, posate e cannucce
- Gb: Brexit, premier May apre alla possibilità che la Camera dei Comuni voti un emendamento che chieda un secondo referendum
- Mirandola (Mo): incendio nella sede della Polizia municipale, due morti e due feriti, arrestato un nordafricano
- Automobilismo: morto a 70 anni l'ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della F1, tre volte campione del mondo
- Calcio: corsa alla panchina della Juventus, entra in scena Zidane, buone chances per Sarri, Conte sempre più vicino all'Inter
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
17 novembre 2018

Rugby, l'Italia s'infrange contro il muro australiano

Test match a Padova: non basta l'orgoglio azzurro, i Wallabies vincono 26-7

E con questa fanno 18 sconfitte su 18 partite contro i maestri della terra dei Canguri. All'Euganeo di Padova, l'Australia coi nervi a pezzi di Michael Cheika (4 successi nelle ultime 12 partite, compresa questa) superano per 26-7 un'Italia comunque generosa. Azzurri arrembanti soprattutto nella ripresa, quando l'espulsione temporanea comminata a Sio al 59', ha portato Ghiraldini e soci a calare una specie di assedio nei 22 ospiti. A respingerli, un muro di maglie gialle, ma anche una rimessa laterale non sempre perfetta. Però l'Italia, stavolta, può anche recriminare per alcune decisioni dell'arbitro francese Gauzere discutibili. E' giusta la meta annullata a Steyn al 7' (piede oltre la linea laterale), inesistente però il fuorigioco fischiato 7 minuti più tardi a Tebaldi, che intercetta il passaggio di Gordon e plana in area di meta. Attorno alla mezz'ora, due marcature pesanti di Koroibete su altrettanti svarioni (gli unici di una buona difesa), poi trasformate da Toomua, portano i Wallabies sul 14-0 a fine primo tempo. A inizio ripresa, altri 7 punti confezionati da Tupou e Toomua (ma c'è una clamorosa ostruzione di Pocock) e la segnatura di Bellini, approfittando di una pallaccia in attacco di Gordon. Trasformazione di Tommaso Allan. Ma l'aggressività dei padroni di casa, come anticipato, non basta e, al ritorno dalla panca puniti di Sio, gli uomini in maglia gialla reagiscono e, sul finale, mettono il sigillo con Genia per il 26-7. Risultato troppo largo per quanto visto. Sabato prossimo, all'Olimpico di Roma, Ghiraldini e compagni chiuderanno i test match autunnali (in cui è venuta la vittoria sulla Georgia a Firenze una settimana fa) contro la Nuova Zelanda, gli All Blacks. Due parole, una leggenda.

Rugby, l'Italia s'infrange contro il muro australiano