Russia, ordigno sui binari, deragliato un treno a Bryansk. In Ucraina nuovi bombardamenti

Russia, ordigno sui binari, deragliato un treno a Bryansk. In Ucraina nuovi bombardamenti

Russia, ordigno sui binari, deragliato un treno a Bryansk. In Ucraina nuovi bombardamenti Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


Ordigni a Mosca, mentre l'est dell'Ucraina è ancora sotto attacco, con danni alle infrastrutture che lasciano senza corrente i civili. Intanto la Santa Sede si muove per una missione di pace

Nella notte le sirene antiaeree sono scattate in quasi tutta l'Ucraina, mentre Mosca riferisce di ordigni rinvenuti nei pressi di alcune linee ferroviarie. Sono ore di nuovi attacchi nella guerra che non si ferma, mentre Papa Francesco apre ad una missione di pace.

ORDIGNI IN RUSSIA

L'esplosione di un ordigno non identificato sui binari, nel distretto di Unecha, al 136esimo km delle linee ferroviarie Bryansk - Unecha. A deragliare è stato un treno merci. Al momento non si segnalano vittime, anche se la circolazione è sospesa. Si tratta della seconda esplosione della giornata sul territorio russo: in precedenza le autorità avevano riferito di un traliccio della linea elettrica saltato in aria nella regione di Leningrado, dove è stato ritrovato un ordigno. 

ATTACCHI IN UCRAINA

Ore di attacchi anche in Ucraina. Nel mirino soprattutto l’est, con incendi e danni a edifici residenziali e infrastrutture elettriche. La situazione più complicata a Kherson, dove 11.000 utenti nella città e 7.100 nella regione, sono tagliati fuori dalla corrente a causa dei bombardamenti. Trentaquattro i civili feriti, tra cui cinque bambini. Le truppe russe hanno lanciato anche cinquantaquattro attacchi sul distretto di Sumy, nel nord est del Paese. Per il Guardian sarebbe un tentativo di rallentare i preparativi di Kiev per la sua annunciata controffensiva. Preparativi che sarebbero in dirittura d'arrivo, come ha dichiarato il ministro della Difesa ucraino Oleksy Reznikov in un'intervista televisiva. "Non mi limito a sperare, ci credo" ha detto.

LA MISSIONE DI PACE DEL VATICANO

Intanto si muove per una missione di pace anche il Vaticano. A parlarne, nelle scorse ore, a sorpresa, Papa Francesco, senza fornire ulteriori dettagli. Nel corso della conferenza stampa nel volo di ritorno da Budapest, Bergoglio ha assicurato che la Santa Sede risponderà positivamente alla richiesta avanzata nei giorni scorsi dal premier ucraino Denys Shmyhal di una mediazione per il ritorno in patria dei bambini deportati forzatamente in Russia. "L'atmosfera amichevole degli incontri ha testimoniato che le relazioni sono ora a un livello molto più alto, di interazione costante e scambio di fiducia". A scriverlo è l'ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash. "La settimana passata - spiega - ha dato un grande contributo alla storia delle relazioni tra Ucraina e Vaticano".


Argomenti

attacchi
Bryansk
Papa Francesco
Russia
Ucraina

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Scuola, lotta del governo ai diplomifici. Per 47 istituti revoca dello status di "paritari"

    Scuola, lotta del governo ai diplomifici. Per 47 istituti revoca dello status di "paritari"

  • Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

    Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

  • Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

    Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

  • Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

    Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

  • Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

    Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

  • Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

    Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

  • Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

    Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

  • Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

    Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

  • Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

    Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

  • Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

    Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti