Serie A , tonfo Juve, battuta in casa dal Sassuolo per 2-1, riparte l'Inter ad Empoli, l'Atalanta bene sulla Samp

27 ottobre 2021, ore 22:51

Per completare la decima giornata di serie A Napoli- Bologna, l'occasione per la squadra di Spalletti per appaiarsi al Milan, vittorie per le due romane

Serie A , tonfo Juve, battuta in casa dal Sassuolo per 2-1, riparte l'Inter ad Empoli, l'Atalanta bene sulla Samp


JUVENTUS- SASSUOLO 1-2

Colpaccio del Sassuolo a Torino, con la squadra di Allegri confusa e senza identità, colpita nel finale, dopo aver sperato di ribaltare la gara. E’ la seconda sconfitta allo Stadium, la terza stagionale in campionato, per la Juventus che dopo il pareggio in extremis contro l'Inter a San Siro perde 2-1 con il Sassuolo. E frena decisamente. A decidere il match una rete al 44' di Frattesi, al 76' il pareggio bianconero con McKennie di testa su cross di Dybala, ma nei minuti di recupero è Maxime Lopez a punire la Juventus . con uno scavetto al 95esimo supera l’uscita di Perin. Per i neroverdi è la prima vittoria allo Stadium. La classifica vede ora il Sassuolo salire a 14 punti, a 15 la Juventus ora distante 13 punti dal Milan capolista.

SAMPDORIA-ATALANTA 1-3

L'Atalanta torna al successo superando 3-1 a Marassi la Sampdoria, e riprende la corsa verso l’alta classifica. La partenza era stata di marca blucerchiata, con il gol di Caputo, schierato da D’Aversa in coppia con Gabbiadini, con Quagliarella inizialmente in panchina. Il gol al decimo minuto, ma la squadra di Gasperini dopo solo cinque minuti pareggia  grazie ad una autorete di Askildsen, che tocca un cross di Zappacosta indirizzato a Zapata. Al 21' poi i bergamaschi mettono la freccia: Zappacosta crossa ancora per Zapata che di testa insacca. Sostituzioni e variazioni tattiche non cambiano la partita, finchè al 95esimo c’è il suggello per l’Atalanta, Ilicic con una prodezza indirizza da posizione angolata all'incrocio dei pali e fissa il risultato sul 3-1. In classifica l'Atalanta sale a 18 punti, ferma a 9 la Samp.


UDINESE - VERONA 1-1

Il Verona resta davanti all’Udinese, rimontando alla “Dacia Arena” nel secondo tempo, nel corso di una gara combattuta che i padroni di casa non hanno saputo chiudere, avendone le opportunità. La partita è finita 1-1 I friulani passano subito in vantaggio, al 3' con il nigeriano Success, all’esordio. La punta prende palla a centrocampo e va deciso verso l'area, poi con un tiro preciso dal limite pesca l'angolino lontano dove Montipo non può arrivare. Nella ripresa gli scaligeri trovano il pari all'85' grazie a un rigore, concesso dopo l’esame del Var, per un fallo di Becao su Barak, dagli 11 metri è lo stesso centrocampista ceco a realizzare la rete del pari. In classifica il Verona sale a 12 punti, uno in più dell'Udinese.

CAGLIARI - ROMA 1-2

Cagliari con atteggiamento molto difensivo, pronto a ripartire, Roma che non riesce a tenere alto il ritmo della partita. All’intervallo entra El Sharawy per Mkhitaryan, il Cagliari va in vantaggio con Pavoletti, al minuto 52, amnesia di Vina, palla che urta Bellanova e diventa comoda per l’attaccante sardo. Ma la reazione della Roma non si fa attendere. Pari di Ibanez di testa su angolo al 71esimo. Al 78esimo capolavoro su punizione di Pellegrini, Cragno è battuto all’incrocio. Altre fasi concitate di gioco, il Cagliari, demoralizzato, cerca di rimettere in piedi la partita, ma la Rima resta concentrata sino alla fine. Giallorossi a quota 19, quarti, Cagliari che resta ultimo a sei punti


EMPOLI- INTER 0-2

Ad Empoli risultato sbloccato al 34 esimo con un colpo di testa di D’Ambrosio , pescato da un invitante cross di Sanchez a centro area. Lo stesso D’ Ambrosio al 19esimo aveva impedito il gol all’Empoli, opponendosi ad una conclusione ravvicinata di Luperto. Al 44 palo di Barella, ma era in fuorigioco. I nerazzurri conducono la gara con autorità, al 66esimo  arriva il raddoppio.  Lautaro  crossa per Di Marco  che, solo sul secondo palo, spinge la palla in rete. È il secondo gol stagionale per il difensore. AL 74simo ancora palla nelle rete dell'Empoli, ma l'arbitro annulla dopo il controllo al var, per tocco di mano di Gagliardini.  Poi ci sarà anche un gol annullato a Sensi per fuorigioco. La squadra di Simone Inzaghi porta via tre punti meritati, sale quota 21, l'Empoli resta a 12

LAZIO- FIORENTINA 1-0

Una gara bloccata, non solo tatticamente, con le due squadre che all’Olimpico, per tutto il primo tempo hanno mostrato anche  le rispettive incertezze del momento. Al 52esimo la sblocca Pedro, che dopo uno scambio Milinkovic – Savic - Immobile può entrare in area e mettere il pallone sotto la traversa. i tentativi di pareggio dei viola passano attraverso palloni per Vlahoivic, ma la Lazio si stringe  bene a difesa del prezioso vantaggio: Nei quattri di recupero gli ospiti tentano anche la carta del portere Terracciano che si spinge in avanti, masenza successo. Lazio che si riprende dopo il ko di Verona, va a 17 punti, la Fiorentina si ferma  a 15

NAPOLI - BOLOGNA GIOVEDI 20.45

Il Napoli cerca il ritorno alla vittoria e il primato, il Bologna un risultato positivo per puntellare un avvio bello  a metà. In dubbio il numero uno, Spalletti sceglierà alla fine  tra Ospina e Meret , mentre i quattro della difesa Di Lorenzo, Rakhmani, Koulibaly e Mario Rui restano confermati. A centrocampo l'unico ballottaggio aperto tra Elmas e Zielinski. In attacco Lozano e Insigne come sempre in questo periodo sono favoriti per affiancare OsimhenMihalovic deve adattarsi, per le squalifiche di Soumaoro e Soriano, e per l’assenza di Arnautovic, che non ha recuperato e non è stato convocato. Forse sulla linea di Barrow agirà Orsolini. Centrocampo folto con Dominguez, Schouten e Svanberg tutti assieme e Skov Olsen e Hickey sulle fasce. De Silvestri dovrebbe fare il terzo di difesa. Arbitro Serra, Var Mariani

Tags: Inter , Juventus, Napoli, Sassuolo, Serie A

Share this story: