Si aggravano le condizioni di Gianluca Vialli, ricoverato in ospedale a Londra

Si aggravano le condizioni di Gianluca Vialli, ricoverato in ospedale a Londra

Si aggravano le condizioni di Gianluca Vialli, ricoverato in ospedale a Londra Photo Credit: agenziafotogramma.it


L'ex attaccante di Cremonese, Sampdoria, Juventus e Chelsea ha 58 anni, dal 2017 soffre di un tumore al pancreas. La madre 87enne lo ha raggiunto a Londra, la scorsa settimana le dimissioni dalla nazionale

MOMENTO DELICATO

Le condizioni si sono aggravate. Gianluca Vialli è stato di nuovo ricoverato in ospedale a Londra, dove vive da venti anni. E’ nella clinica dove già aveva sostenuto i cicli di chemioterapia per il tumore al pancreas che lo ha aggredito nel 2017. Segnali negativi erano arrivati la scorsa settimana, quando l’ex attaccante di Cremonese, Sampdoria, Juventus e Chelsea aveva lasciato la carica di capodelegazione della nazionale italiana, aveva scritto: “voglio utilizzare tutte le energie psicofisiche per superare questa fase delicata della malattia”. La madre 87enne ieri ha lasciato Cremona ed è partita per Londra per stare vicino al figlio. Al cui fianco ci sono la moglie e le due figlie. In queste ore sono numerosi i messaggi di amici, ex compagni si squadra, semplici tifosi per fare coraggio al campione che da cinque anni sta lottando contro il cancro.


IN LOTTA DA CINQUE ANNI

La memoria torna all’11 luglio 2021, Wembley. L’Italia ha appena vinto gli Europei, Gianluca Vialli e Roberto Mancini si stringono in un abbraccio: lungo, intenso, commovente. C’è dentro il riassunto di una vita. I due hanno giocato insieme regalando alla Sampdoria uno storico scudetto e una finale di Coppa dei Campioni. In campo li chiamavano i gemelli del gol, fuori sono stati più che fratelli. Un rapporto che è proseguito quando Vialli è andato a vincere tutto prima alla Juventus poi al Chelsea. Un rapporto che si è ulteriormente saldato quando nel 2017 a Vialli è stato diagnosticato un tumore al pancreas. La battaglia dura da più di cinque anni, con gli alti e bassi che caratterizzano i calvari di questo tipo. In un primo momento Vialli ha tenuto nascosta la malattia, magari indossando un maglione sotto la camicia per mascherare il deperimento. Poi però si è raccontato, con sincerità e umanità. Ha parlato del cancro come di un ospite di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Nato nel 1964, ha mosso i primi passi nella Cremonese, la squadra della sua città. Gianni Brera lo ribattezzò Stradivialli, accomunandolo a un violino unico e pregiato: un attaccante formidabile, un giocatore intelligente, un uomo per bene e per un paio d'anni è stato anche allenatore. Ha fatto, con garbo e arguzia, il commentatore televisivo. Poi – già malato- è stato dirigente azzurro, fino all’abbraccio di Wembley.



Argomenti

Gianluca Vialli
Londra
salute

Gli ultimi articoli di Paolo Pacchioni

  • Champions, l'Inter batte 1-0 l'Atletico Madrid, a san Siro decide un gol di Arnautovic. Domani Napoli-Barcellona

    Champions, l'Inter batte 1-0 l'Atletico Madrid, a san Siro decide un gol di Arnautovic. Domani Napoli-Barcellona

  • L'Inter allunga in testa, viaggio nella crisi di Juventus Milan e Napoli

    L'Inter allunga in testa, viaggio nella crisi di Juventus Milan e Napoli

  • Serie A, clamorosa sconfitta del Milan a Monza, i rossoneri falliscono il sorpasso sulla Juventus

    Serie A, clamorosa sconfitta del Milan a Monza, i rossoneri falliscono il sorpasso sulla Juventus

  • Gli USA accusano la Russia di preparare una nuova arma nucleare, Mosca smetisce e attacca la Casa Bianca

    Gli USA accusano la Russia di preparare una nuova arma nucleare, Mosca smetisce e attacca la Casa Bianca

  • Vent'anni senza Marco Pantani. Riaccese la passione per il ciclismo, il suo mito vive ancora

    Vent'anni senza Marco Pantani. Riaccese la passione per il ciclismo, il suo mito vive ancora

  • Il ministro Guido Crosetto ricoverato in ospedale per forti dolori al petto, sospetta pericardirte

    Il ministro Guido Crosetto ricoverato in ospedale per forti dolori al petto, sospetta pericardirte

  • I deliri religiosi alla base della strage familiare di Palermo: una coppia di fanatici avrebbe istigato Barreca al triplice delitto

    I deliri religiosi alla base della strage familiare di Palermo: una coppia di fanatici avrebbe istigato Barreca al triplice delitto

  • Serie A, il Milan soffre ma batte il Napoli 1-0, decide Theo Hernandez, rossoneri a un solo punto dalla Juventus

    Serie A, il Milan soffre ma batte il Napoli 1-0, decide Theo Hernandez, rossoneri a un solo punto dalla Juventus

  • Esplosione per fuga di gas in una palazzina di Torre del Greco, morti due anziani coniugi

    Esplosione per fuga di gas in una palazzina di Torre del Greco, morti due anziani coniugi

  • Presentata la mezza maratona Roma-Ostia, appuntamento il 3 marzo, RTL 102.5 sarà radio partner

    Presentata la mezza maratona Roma-Ostia, appuntamento il 3 marzo, RTL 102.5 sarà radio partner