Venezia 79, oggi spazio all’Ucraina con il documentario Freedom On Fire, mentre ritornano Hugh Jackman e Anthony Hopkins nel nuovo film di Florian Zeller

07 settembre 2022, ore 08:00

Ieri alla Mostra del cinema anche Tilda Swinton che, sul red carpet, ha sfoggiato un abito viola con i suoi capelli gialli color canarino

La 79esima edizione della Mostra del cinema di Venezia si era aperta, ormai una settimana fa, con Catherine Deneuve che rivendicava l'importanza di non lasciare fuori dal Festival le tematiche importanti come la guerra in Ucraina, assieme al collegamento video con il presidente Zelensky. Ebbene, oggi, Venezia e il cinema tornano a parlare del conflitto russo-ucraino con un documentario atteso e urgente che mette sotto i riflettori gli orrori di questi ultimi mesi.


VENEZIA PARLA UCRAINO

Si intitola Freedom on fire: Ukraine's Fight For Freedom, il documentario che oggi viene presentato nella sezione Fuori Concorso di Venezia 79. È diretto da Evgeny Afineevsky e, stando a quanto recita la sinossi ufficiale, “descrive la raccapricciante realtà di questa guerra immotivata, scatenata da Vladimir Putin. È un’esplorazione del coraggio del popolo ucraino, fieramente determinato a resistere fino all’ultima goccia di sangue. Dimostrando una stupefacente capacità di rimanere uniti e difendere la sovranità del proprio Paese, gli ucraini mostrano compassione e resilienza anche al cospetto della morte, della distruzione e di inconcepibili crimini di guerra. Il film trasporta gli spettatori attraverso una guerra iniziata nel 2014 all’indomani di piazza Maidan (Rivoluzione della Dignità) e proseguita fino all’invasione russa del 2022. Attraverso le storie personali di civili, bambini, soldati, medici, anziani, giornalisti, leader religiosi e volontari internazionali, è un diario che restituisce l’umanità a milioni di persone le cui vite sono state stravolte da otto anni di conflitto.” Una storia vera, cruda ed estremamente urgente che sicuramente farà molto parlare di sé.

Venezia 79, oggi spazio all’Ucraina con il documentario Freedom On Fire, mentre ritornano Hugh Jackman e Anthony Hopkins nel nuovo film di Florian Zeller

IL RITORNO DI FLORIAN ZELLER

Dopo il successo ottenuto agli Oscar 2021 con il film “The Father”, Florian Zeller torna sulla scena con il suo ultimo lavoro, “The Son”, un film che vanta un cast stellare. Anthony Hopkins, Hugh Jackman e anche Laura Dern nella pellicola che sarà presentata questa sera al Lido, ovviamente in Concorso per il Leone d’Oro. La trama si focalizza sull’ influente magnate del bestiame e futuro petroliere Eli McCullough, rapito all'età di tredici anni dai Comanche e cresciuto per diventare uno spietato tiranno. Egli lotta per relazionarsi con suo figlio mentre altre avversità minacciano il suo impero e la sua famiglia nel Texas.


TILDA SWINTON, ELEGANZA SUL RED CARPET

Ieri sera, sul red carpet, tra gli altri ha fatto il suo ingresso anche lei, l’attrice del film The Eternal Daughter di Joanna Hogg, Tilda Swinton. La star ha indossato un lungo abito luccicante color glicine, sfoggiando una capigliatura rasata sulla nuca e color giallo canarino. L'attrice ha percorso il tappeto rosso insieme al cast del film, per entrare alla proiezione ufficiale della pellicola in Sala Grande.


Tags: Anthony Hopkins, Foto Agenzia Fotogramma.it , Guerra in Ucraina , Hugh Jackman, Laura Dern, Mostra del cinema di Venezia , Tilda Swinton

Share this story: