Woody Allen compie oggi 85 anni, il regista e attore americano, seppur discusso, è indubbiamente un genio del cinema

01 dicembre 2020, ore 16:48 , agg. alle 17:25

I suoi film hanno messo in scena le nevrosi di diverse generazioni e ci hanno mostrato una New York spettacolare

Sicuramente molti di noi fanno parte di quella schiera di cinefili che ha atteso per gran parte della vita l'uscita dei film di Woody Allen. Un appuntamento praticamente fisso per molti anni. Oggi, l'attore e regista americano, da sempre fiero delle proprie radici ebraiche, compie 85 anni


New York, New York

Woody Allen è nato a New York, nel Bronx, il primo dicembre del 1935. Cresciuto nel quartiere Midwood di Brooklyn, ha iniziato a farsi chiamare Woody già da ragazzo, ma il suo vero nome è Allan Stewart Konigsberg. La sua città amatissima è stata protagonista di tante sue opere e il cinema di Allen ce l'ha mostrata strepitosa. Le sue radici ebraiche sono in Europa. E proprio in Europa i suoi film riscuotono da sempre più successo che negli Stati Uniti. I suoi nonni immigrarono in America dall'Austria e dalla Lituania. Autore di battute per la tv, iniziò a farsi conoscere con il cabaret. Notato da Hollywood, cominciò a fare lo sceneggiatore e poi arrivarono i suoi primi film, Che fai, rubi? e Prendi i soldi e scappa


I tanti successi

La svolta per Woody Allen arrivò con Io e Annie, film in cui il regista era anche protagonista insieme a Diane Keaton. La pellicola fu candidata a cinque Oscar e ne vinse quattro, tra cui quello alla Keaton come miglior attrice protagonista. La carriera per Allen è stata poi costellata di un successo dietro l'altro fino a arrivare a 75 film, qualcuno meno riuscito di altri. Tra i titoli più celebri ricordiamo Manhattan, Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete mai osato chiedere, La dea dell'amoreLa rosa purpurea del Cairo, Match Point, Midnight in Paris e Blue Jasmine. Vincitore di quattro Oscar, Allen, nel 1995, ha ricevuto il Leone d'Oro alla carriera alla Mostra del Cinema di Venezia. 


Le sue memorie

A marzo è uscito in Italia il libro di memorie di Woody Allen, intitolato A proposito di nulla. Nella sua vita Allen ha incontrato il successo, ma ha subito anche pesanti accuse in relazioni a vicende sessuali. Allen ha avuto una prima moglie per sei anni, la diciassettenne Harlene Rosen, portata all'altare nel 1956. Nel 1966 un altro matrimonio, con l'attrice e comica Louise Lasser. Poi il grande amore con l'attrice Diane Keaton, però mai sposata. Nel 1980, iniziò la lunga relazione con Mia Farrow, che finì nel modo peggiore. L'attrice scoprì alcune foto pornografiche, scattate da Allen, di una delle sue figlie, Soon-Yi Farrow, adottata con l'ex marito. Il regista dichiarò di amare la 19enne e di volerla sposare. Iniziò così una battaglia legale per la custodia dei due figli adottivi e del figlio naturale della coppia. La Farrow presentò contro Allen un'accusa di molestie sessuali nei confronti della figlia di sette anni, accusa che non portò ad alcuna condanna. Il giudice però si pronunciò definendo il comportamento di Allen inappropriato e affidò la piccola in via esclusiva alla madre. Ronan, unico figlio naturale di Allen, ha più volte attaccato pubblicamente il padre. Allen ha sposato Soon-Yi a Venezia nel 1997. Lui aveva 55 anni e la ragazza 22. Hanno adottato due figlie, entrambe di origini asiatiche, come la madre. 


Fattore psicanalisi

Allen, nei suoi film, ha spesso inserito battute sull'ateismo e sulla psicanalisi. In particolare, il suo rapporto con lo psicanalista lo ha sempre caratterizzato. Lo ha frequentato per decenni una volta a settimana o anche tre. L'inizio di questa sorta di dipendenza nel 1959, quando Allen, racconta, iniziò a sentirsi malinconico. Ha molte fobie, i luoghi chiusi, gli insetti, i cani, i cervi, gli strapiombi, la folla, solo per dirne alcune. Un irresistibile eccentrico. 

Woody Allen compie oggi 85 anni, il regista e attore americano, seppur discusso, è indubbiamente un genio del cinema
Tags: Attore, Compleanno Woody Allen, Diane Keaton, Film, Fobie, Io e Annie, Mia Farrow, Psicanalisi, Regista, Woody Allen

Share this story: