Almeno 15 morti e 24 feriti in una sparatoria all'Università di Praga, neutralizzato lo studente che ha sparato

Almeno 15 morti e 24 feriti in una sparatoria all'Università di Praga, neutralizzato lo studente che ha sparato

Almeno 15 morti e 24 feriti in una sparatoria all'Università di Praga, neutralizzato lo studente che ha sparato Photo Credit: expres.cz


La sparatoria è avvenuta alla facoltà di Lettere dell'Università Carolina nel centro di Praga, il killer è uno studente ceco di 24 anni

Momenti di panico nel pomeriggio alla facoltà di Lettere dell'Università Carolina in piazza Jan Palach, nella città vecchia di Praga, quando uno studente di 24 anni ha fatto fuoco dal balcone di un edificio uccidendo almeno 15 persone e ferendone altre 24, ma il bilancio è al momento provvisorio. Il killer è uno studente di 24 anni di nazionalità ceca,  David Kozak, secondo quanto dichiarato dalla Polizia. Il suo corpo senza vita è stato trovato all'interno dell'università. Anche gli studenti della facoltà di Filosofia hanno confermato che alla fine, il giovane si sarebbe sparato alla gola.


La prima ricostruzione dell’accaduto

Secondo quanto ricostruito, l’allarme è scattato alla Facoltà di arte dell'Università Carolina. La polizia è intervenuta immediatamente dopo le prime segnalazioni chiudendo l’intera piazza Jan Palach e l'area circostante, confermando da subito le voci di morti e feriti. Scioccato il sindaco di Praga, Bohuslav Svoboda. L’uomo armato è stato subito neutralizzato dagli agenti, si trovava sul tetto della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università. Il corpo senza vita del 24enne è stato ritrovato dalla polizia, che ha parlato di azione violenta e premeditata. Gli studenti e il personale universitario presente al momento degli spari hanno cercato riparo ovunque. Alcune immagini diffuse dalle Tv ceche mostravano alcuni studenti appesi ad un cornicione per sfuggire ai colpi del killer. La polizia della Boemia centrale intanto ha annunciato che il padre del killer di Praga è stato trovato morto stamattina.


L'annuncio sui social

Su un canale Telegram creato pochi giorni fa, il 24 enne, che ha sparato oggi alla facoltà di Lettere dell'Università Carolina di Praga aveva spiegato di essere stanco della vita, che tutti lo odiavano e che lui odiava tutti. Il giovane, identificato come David Kozak, studente della stessa facoltà attaccata, avrebbe chiaramente indicato di voler effettuare una sparatoria di massa ispirandosi ad Alina Afanaskina, una ragazza di 14 anni che ha ucciso una persona in una scuola in Russia il 7 dicembre 2023. Nel messaggio, il giovane afferma di "aver voluto sempre uccidere" e di aver "realizzato che era molto più conveniente fare una strage di massa invece di essere un serial killer".


Le reazioni

L’Italia, tramite la Farnesina e l'ambasciata italiana fa sapere che viene monitorata l'evoluzione degli eventi alla facoltà di Lettere dell'Università Carolina di Praga in raccordo con autorità locali. Il ministero in un tweet fa sapere che il ministro degli Esteri Antonio Tajani sta seguendo gli sviluppi. Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha inviato un messaggio al Primo Ministro della Repubblica Ceca, Petr Fiala, in cui esprime il più sentito cordoglio alle famiglie delle vittime della sparatoria avvenuta a Praga, la vicinanza ai feriti e a tutta la popolazione della Repubblica Ceca". Lo riferisce una nota di Palazzo Chigi. La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen in un post su X scrive "Sono sconvolta dalla violenza insensata della sparatoria che ha causato diverse vittime oggi a Praga. Esprimo le mie più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime e a tutto il popolo ceco. Vi siamo vicini e piangiamo con voi".



Argomenti

alla facoltà di Lettere dell'Università Carolina di Praga
sparatoria

Gli ultimi articoli di Sergio Gadda

  • Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

    Il 10% autovelox mondiali sono installati in Italia, peggio di noi solo Russia e Brasile, il Codacons, nessuna traccia dell'osservatorio multe

  • Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

    Il piccolo comune di Montebello Vicentino (Vi) attiva l’assessorato alla gentilezza, contro bullismo e baby gang

  • Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

    Indiscrezioni della stampa spagnola, l'attaccante francese Kylian Mbappe ha firmato un contratto con il Real Madrid

  • Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

    Re Carlo III esclude il ritorno del figlio Harry come rappresentante della famiglia reale

  • Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

    Brian Wilson, uno degli artefici dei Beach Boys soffre di demenza, chiesta la custodia legale

  • I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

    I minorenni stanno online fino a tre ore al giorno, usano social e vedono programmi in streaming , lo svela un’indagine

  • Sanremo , la terza serata,  in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

    Sanremo , la terza serata, in testa Angelina Mango con "La Noia", show di Russell Crowe sul palco dell'Ariston

  • Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

    Russell Crowe superospite a Sanremo, Scatenate l'inferno, poi suona con la sua band

  • A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

    A Sanremo, Paolo Jannacci e Stefano Massini, il dolore per i morti sul lavoro

  • Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"

    Ramazzotti festeggia i primi 40 anni di "Terra Promessa", dal palco dell'Ariston l'appello "Basta sangue, basta guerra"