Confronto in tv, Matteo Salvini a RTL 102.5: "E' giusto che si faccia tra tutti"

22 agosto 2022, ore 11:49

Il leader della Lega annuncia in anteprima i nomi dei candidati nelle liste. "Sono orgoglioso che ci siano tanti sindaci, squadra di governo confermata"

Il leader della Lega Matteo Salvini è stato ospite di Non stop news, su RTL 102.5, con Enrico Galletti, Giusi Legrenzi e Luigi Santarelli.  "E' un agosto tutto italiano, ma è giusto che sia così. Faccio il lavoro che coincide con la mia passione", dice Salvini. Alle 20 di oggi il termine ultimo per il deposito dei nomi dei candidati. Su RTL 102.5 arrivano le prime indiscrezioni. "E' chiuso da ieri. Stiamo aspettando che anche gli altri alleati diano tutto il materiale, sono orgoglioso che ci siano nuovi sindaci candidati. Come nomi esterni vedo vip, noi non ne abbiamo. Ma a Palermo c'è il presidente dell'Unione Ciechi, a Bari il presidente di Federanziani e a Napoli il presidente di FareAmbiente. Non abbiamo volti noti televisivi, ma rappresentanti del volontariato. Ministri, viceministri, sottosegretari: tutti riconfermati", dice Salvini. "Giorgetti candidato in Valtellina, ovviamente con il taglio dei parlamentari tutti devono fare un sacrificio. C'è una squadra che ho scelto dai territori. Ho vidimato quello che è arrivato dai territori".


"LA FLAT TAX AL 15%? NON E' PER TUTTI..."

"L'obiettivo è abbattere evasione fiscale, che non la abbatti con bancomat o accertamenti, lotteria scontrini. La abbatti se rendi possibile e conveniente pagare le tasse. C'è un progetto di legge con dati e numeri depositato in Parlamento, la flat tax riguarda al massimo i redditi familiari fino a 70 mila euro. Partite iva, lavoratori e liberi professionisti: proposta 100 mila euro per le partite iva. In questo momento non è pensabile estendere la flat tax ai milionari. La flat tax riguarderà i redditi fino a 55 mila euro con uno stipendio, 70 mila euro con due stipendi che nell'arco di 3 anni si può portare a casa. Costo stimato: 13 miliardi di euro. Il rdc costa 9 miliardi, non voglio cancellarlo, ma modificarlo". 


LE ALIQUOTE: 15% o 23%?

"Io so spiegare la nostra proposta, operativa già per 2 milioni di euro. Perché i redditi del ceto medio già pagano tra il 16 e 17%. Se metto il 23% di tasse ad uno che porta a casa 30 mila euro lordi di tasse è troppo. Se le tasse non le hai mai pagate sei un evasore, ma con le tasse più basse anche se le evadi c'è il carcere. Ovunque la flax Tax sia operativa ha sempre funzionato. Se abbassi tasse lo Stato incassa di più".


PACE FISCALE O CONDONO?

"Quello che proponiamo è il saldo e stralcio. La rottamazione delle cartelle, risalente al 2015 -2017, sono in arrivo 50 milioni di cartelle da qui a fine anno. Pagamento di una parte, senza sanzioni e senza interessi, il cittadino paga e torna a lavorare. Questo solo per chi ha fatto la dichiarazione dei redditi", racconta Salvini. "Va riconosciuto il merito anche a chi ha sempre pagato le tasse: ci sono 15 milioni di italiani che hanno una cartella esattoriale pendente. Le cose sono due: siamo delinquenti o il sistema fiscale ha qualcosa che non funziona".


IL CONFRONTO TELEVISIVO E LA POLEMICA CON SPERANZA

"A me piacerebbe che tutti possano confrontarsi con tutti. Mi piacerebbe con Enrico Letta fare un faccia a faccia sulla riforma della scuola, pensioni o flax tax. Spero che nelle tv pubbliche e private ci si possa confrontare. Penso che milioni di italiani al voto hanno diritto di capire tutti come la pensano, con Letta mi confronterei subito. Anche domani mattina". "Eravamo al Governo con Speranza, sono vaccinato. Sulla quarta dose? Aspettiamo i virologi, gli scienziati: sono divisi e stanno dibattendo sull'efficacia. Speranza e la Morgese non sono la comunità scientifica, conto che dal 25 settembre non faranno più i Ministri. Della salute degli italiani, dal 25 settembre, ce ne occuperemo noi. Anche Crisanti che racconta di essere iscritto al Pd e dice che Salvini è un assassino non rende onore alla comunità scientifica". 


IL GIORNO DOPO LE ELEZIONI E LA QUESTIONE RUSSA

"Sì, se vince Salvini faccio il premier. Se vince la Meloni lo farà lei. Oggi 22 agosto, si vota tra un mese: non andiamo a distribuire incarichi prima. Ci sono donne e uomini che potrebbero essere eccezionali ministri per questo Paese. Un esempio? Giulia Bongiorno alla giustizia", racconta. "Siamo in Occidente e voglio rimanere in un Occidente libero e democratico con Italia protagonista, ma con Di Maio non siamo stati protagonista", conclude Salvini. 

Confronto in tv, Matteo Salvini a RTL 102.5: "E' giusto che si faccia tra tutti"
Non Stop News: Matteo Salvini su flat tax, condono fiscale e liste elettorali
Tags: elezioni, lega, salvini

Share this story: