Euro 2020, Ucraina-Austria 0-1, Macedonia del Nord-Olanda 0-3, Finlandia-Belgio 0-2, Russia-Danimarca 1-4

21 giugno 2021, ore 23:25 , agg. alle 12:25

Sarà l'Austria l'avversaria degli azzurri negli ottavi di finale sabato a Wembley, Pandev dà l'addio alla nazionale, qualificate anche Belgio e Danimarca

Ucraina-Austria 0-1

Con un gol di Baumgartner l'Austria a Bucarest batte l'Ucraina e si qualifica agli ottavi di finale, dove sabato, a Wembley, affronterà l'Italia. All'ucraina di Shevchenko sarebbe bastato un pareggio, mentre l'Austria era costretta a vincere. gli austriaci infatti partono fortissimo, Sabitzer tra il 5' e il 7' ha una doppia occasione, ma prima il suo tiro è contrato da Sydorchuk poi dal limite calcia altissimo. Al 21 però la squadra di Foda trova il meritato vantaggio, quando Baumgartner anticipa Zabarnyi e con una zampata al volo fa secco Bushchan. Ucraina stordita, con solo un tiro al 29' di Shaparenko respinto in tuffo da Bachmann. Al 42' Arnautovic si divora il raddoppio con un sinistro impreciso solo davanti al portiere.  Nella ripresa l'Ucraina prova a raddrizzare la partita, ma non riesce a creare concrete occasioni da gol.  Prima del finale Yaremchuk ha il pallone del possibile pareggio e della qualificazione, ma il suo diagonale termina a lato di un soffio. Austria quindi agli ottavi, mentre l'Ucraina ha una piccola speranza di qualificarsi tra le migliori terze, ma il destino non è più nelle sue mani.


Macedonia del Nord-Olanda 0-3

All’Amsterdam Arena l’Olanda, già qualificata agli ottavi come prima classificata del gruppo C, supera 3-0 la Macedonia del Nord. Macedoni che partono meglio, vicini al gol in due occasioni al 9' con Trickovski che insacca ma in fuorigioco, e al 21'con l'ex Palermo Trajkovski che colpisce il palo con Stekelenburg battuto. L'Olanda si sveglia e passa in vantaggio con Memphis Depay che al 24' conclude un triangolo con Malen. La Macedonia sembra subire il colpo e Dimitrievski salva il gol del 2-0 su una conclusione a botta sicura di Dumfries. Nella ripresa però gli olandesi in 7 minuti la chiudono, con la doppietta del capitano  Wijnaldum  tra il 51' e il 58'.  Per Wijnaldum anche la soddisfazione di aver superato per numero di gol in nazionale Marco Van Basten, 25 a 24. Grande emozione poi al 68', quando Goran Pandev esce dal campo e dice addio alla nazionale facendo passerella tra i compagni che si mettono ai lati per farlo sfilare tra gli applausi degli olandesi. 


Finlandia-Belgio 0-2

Il Belgio batte la Finlandia e si qualifica agli ottavi di finale a punteggio pieno. Primo tempo avaro di emozioni, con la Finlandia che si difende ed il Belgio che non sembra avere grande piglio. Due soli tiri in mezz'ora di gioco, entrambi dei belgi, al 23' ed al 32' con Witsel, che il portiere finlandese Hradecky non ha nessuna difficoltà a neutralizzare. Al 42' la prima vera occasione con Doku che si accentra da sinistra e impegna Hradecky sul secondo palo. Nella ripresa però il Belgio decide di cambiare passo,  al 20' Lukaku segna ma la rete viene annullata per fuorigioco, ma alla mezz'ora un'autore del portiere Hradecky, sfortunato sul colpo di testa di Vermaelen sblocca il match. Nel finale il raddoppio di Lukaku, che condanna definitivamente all'eliminazione la Finlandia. 


Russia-Danimarca 1-4

Impresa della Danimarca, che batte a Copenaghen la Russia e si qualifica agli ottavi di finale. Un risultati quasi impensabile prima della partita, con i danesi che erano ultimi nel girone a 0 punti. Avvio molto aggressivo da parte della Russia, con la Danimarca che prova a ripartire in contropiede ma senza trovare spazi nella difesa russa. La prima occasione del match è della Russia, che al 18' con una gran botta di Golovin da fuori area sfiora il vantaggio, ma  Schmeichel e' attento.  Il vantaggio danese al 38', con   Damsgaard, che la mette all'incrocio  con un meraviglioso destro a giro. Il raddoppio al 14' della ripresa complice un pasticcio difensivo della Russia con Zobnin, che sbaglia la misura del passaggio all'indietro verso Safonov e serve involontariamente Poulsen che non deve fare altre che depositare la palla in rete per il 2-0. La Russia accusa il colpo ma accorcia le distanze con Dzyuba su rigore. Poi l'uno-due danese che chiude i giochi: in tre minuti vanno a segno Christensen e Maehle per il definitivo 4-1 che esplodere di gioia i tifosi in tribuna. 


Euro 2020, Ucraina-Austria 0-1, Macedonia del Nord-Olanda 0-3,  Finlandia-Belgio 0-2, Russia-Danimarca 1-4
Tags: Austria, Danimarca, Euro 2020, olanda

Share this story: