Formula 1, la Red Bull di Perez conquista la pole position del Gran Premio dell'Arabia Saudita davanti alle due Ferrari di Leclerc e Sainz

26 marzo 2022, ore 20:46

Brutto incidente per la Haas di Mick Schumacher, trasportato in ospedale per accertamenti ma sta bene, sessione da dimenticare per Lewis Hamilton, sedicesimo

Sergio Perez  su Red Bull ha conquistato la pole position del Gp dell'Arabia Saudita, la prima della sua carriera.  Sul circuito di Jeddah il  messicano, con il tempo di 1'28"200,  ha preceduto le Ferrari del monegasco Charles Leclerc, 1'28"225,  e dello spagnolo Carlos Sainz, 1'28"402. Quarto posto per l'altra Red Bull del campione del mondo in carica, l'olandese Max Verstappen,  quinto il francese dell'Alpine Esteban Ocon, poi la  Mercedes di  George Russell, settimo Fernando Alonso con l'altra Alpine, ottava l'Alfa Romeo di Valtteri Bottas, nono  con l'Alpha Tauri Pierre Gasly e decima la Haas di Kevin Magnussen. Clamorosamente escluso già in Q1 invece il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton, che partirà dal sedicesimo posto in griglia. L'ultima volta che Hamilton non aveva passato il Q1 non per motivi tecnici era il gran premio di Silverstone del 2009.  


L'incidente di Schumacher

Durante il Q2 si sono vissuti minuti di grande paura per l'incidente occorso a Mick Schumacher. Il tedesco ha avuto un impatto violentissimo contro un muretto dopo aver perso il controllo della sua Haas alla curva 11, andando sopra un cordolo in un punto in cui si procede ad oltre 200 chilometri orari. Qualifiche interrotte e ambulanza in pista per portare Schumacher al centro medico.  Gunther Steiner, team principal Haas, ha rassicurato: "Sta bene, è cosciente, non ha ferite esterne. Parla, si muove, ora va in ospedale per dei controlli, ma sta bene, ha chiamato la mamma e ci ha parlato. Aspettiamo gli esami, la cosa più importante è che sta bene".


Le parole dei protagonisti

Alla prima pole position della carriera, Sergio Perez è sorpreso della sua prestazione: "Ci sono volute un po' di gare per arrivare alla pole, ma che giro incredibile. Anche se dovessi fare mille giri non penso di poterne fare un altro così. Non ci aspettavamo di poter battere le Ferrari in qualifica. Ci concentravamo maggiormente sulla gara e speriamo di poter vincere anche domani''. Comunque soddisfatto il secondo classificato, Charles Leclerc: ''Il giro mi è sembrato buono, sono contento. In tutte le qualifiche è stata una questione di tenere l'auto in pista senza errori. Nel Q3 ho dato tutto. Potevo guadagnare qualcosa qua e là ma non mi aspettavo che Perez venisse fuori con questo tempo. Congratulazioni a lui, ha fatto un lavoro incredibile oggi. Domani è un altro giorno, speriamo di partire bene''.  Seconda fila e quarta posizione in griglia per Max Verstappen: "Non avevo grip, la macchina si muoveva e non avevo feeling in pista. Non riuscivo ad attaccare le curve come volevo. Il quarto posto non mi va bene, ma la pole di Checo dimostra che c'è del potenziale e domani voglio fare meglio. In gara riusciamo a far funzionare le gomme, oggi in qualifica non è andato bene invece".

Formula 1, la Red Bull di Perez conquista la pole position del Gran Premio dell'Arabia Saudita davanti alle due Ferrari di Leclerc e Sainz
Tags: Arabia Saudita, F1 , Ferrari, Red Bull, Schumacher, Sergio Perez

Share this story: