Il Wwf lancia l’allarme sulla plastica: è stato superato il limite planetario

Il Wwf lancia l’allarme sulla plastica: è stato superato il limite planetario

Il Wwf lancia l’allarme sulla plastica: è stato superato il limite planetario Photo Credit: foto agenzia fotogramma.it


Troppa plastica nel Mondo, tanto che il Wwf lancia un allarme, e l’Italia è tra i peggiori inquinatori

Nuovo allarme sull’inquinamento da plastica. Lo lancia il Wwf nel suo report: "Plastica: dalla natura alle persone. È ora di agire" indicando che "l'inquinamento da plastica in Natura ha superato il 'limite planetario' oltre il quale non c'è la sicurezza che gli ecosistemi garantiscano condizioni favorevoli alla vita". Dai dati emerge che sono fino a 22 milioni di tonnellate i rifiuti di plastica che ogni anno vengono gettati in mare e altrettanti, invece vengono abbandonati sulla terra. Si tratta fa sapere la ong, soprattutto di plastica monouso, e l'Italia, in questo caso è tra i peggiori Paesi inquinatori che si affacciano sul Mediterraneo. Ed è per questo che il Wwf chiede al governo "di estendere la raccolta differenziata ai prodotti in plastica di largo consumo".


La Giornata mondiale dell’ambiente

L’allarme del Wwf arriva proprio nella Giornata mondiale dell'Ambiente che quest’anno è dedicata proprio alla lotta alla plastica. La ong pone l’attenzione sul fatto che la plastica è responsabile di circa il 3,7% delle emissioni globali di gas serra e che potrebbe aumentare fino al 4,5% entro il 2060, in caso di mancati controlli. Tra i prodotti che più contribuiscono ad inquinare il pianeta, se non correttamente smaltiti, ci sono, tra gli altri, sedie e arredamenti in plastica, penne, spazzolini, giocattoli, pettini, spugne, bacinelle, prodotti che al momento non possono essere riciclati correttamente e che finiscono in discarica. Il Wwf chiede al governo di "andare oltre il riciclo dei soli imballaggi" gestendo in maniera più efficace ed efficiente, la plastica coinvolgendo tutti: dalle istituzioni, alle aziende, fino alle persone e alle città, agendo in tutte le fasi che vanno dalla produzione, all’impiego e fino allo smaltimento.


L’allarme

La produzione della plastica è in costante aumento, mentre il riciclo è fermo a circa il 10% del totale, segnala il Wwf, e che "entro il 2050 la quantità totale di plastica prodotta si è calcolato che potrebbe triplicare, con conseguente aumento dell'immissione di rifiuti di plastica nell'ambiente: 12 miliardi di tonnellate di plastica potrebbero finire in natura. Se accadrà, tra 30 anni nel mare ci potrebbero essere più plastiche che pesci". Serve un economia più circolare per la plastica sottolinea, infine la ong.


L’Italia getta spazzolini per 4mila tonnellate di plastica

Nella Giornata mondiale dell'Ambiente, il Wwf pone l’accento sul fatto che in Italia ogni anno si buttano 4mila tonnellate di plastica solo con il consumo degli spazzolini da denti. Un quantitativo importante che non è riciclato e non contribuisce a creare nuovi oggetti.



Argomenti

fotogramma
palstica
Giornata mondiale dell'Ambiente
Wwf

Gli ultimi articoli di Sergio Gadda

  • Turismo a gonfie vele per l’Italia, il nostro Paese è nella top ten mondiale delle mete

    Turismo a gonfie vele per l’Italia, il nostro Paese è nella top ten mondiale delle mete

  • Gli hacker prendono  di mira videogiochi e giocattoli, è l'allarme degli esperti per la Giornata Mondiale dei Bambini

    Gli hacker prendono di mira videogiochi e giocattoli, è l'allarme degli esperti per la Giornata Mondiale dei Bambini

  • Studentessa 19enne in gita denuncia di essere stata violentata, era su una nave da crociera, arrestati tre francesi

    Studentessa 19enne in gita denuncia di essere stata violentata, era su una nave da crociera, arrestati tre francesi

  • Iran, cade elicottero con a bordo Ebrahim Raisi, il presidente iraniano risulta disperso, difficoltose le ricerche

    Iran, cade elicottero con a bordo Ebrahim Raisi, il presidente iraniano risulta disperso, difficoltose le ricerche

  • Italia divisa in due dal maltempo, persistono i nubifragi al nord, mentre al sud a dominare e il caldo africano

    Italia divisa in due dal maltempo, persistono i nubifragi al nord, mentre al sud a dominare e il caldo africano

  • I cambiamenti climatici influiscono sempre di più sulle nostre vite, il caldo fa aumentare i decessi nel sud Europa

    I cambiamenti climatici influiscono sempre di più sulle nostre vite, il caldo fa aumentare i decessi nel sud Europa

  • Non solo aurore boreali, la tempesta geomagnetica solare che si è abbattuta sulla terra sta creando problemi alle reti elettriche e Gps

    Non solo aurore boreali, la tempesta geomagnetica solare che si è abbattuta sulla terra sta creando problemi alle reti elettriche e Gps

  • Il cantante svizzero Nemo ha vinto l’Eurovision Song Contest 2024, solo settima Angelina Mango

    Il cantante svizzero Nemo ha vinto l’Eurovision Song Contest 2024, solo settima Angelina Mango

  • Ponte del 25 aprile per un italiano su tre, lo sostiene Coldiretti, gettonatissimi gli agriturismi

    Ponte del 25 aprile per un italiano su tre, lo sostiene Coldiretti, gettonatissimi gli agriturismi

  • Oggi, domenica 21 aprile si corre la Liegi-Bastogne-Liegi di ciclismo, è duello Van der Poel-Pogacar

    Oggi, domenica 21 aprile si corre la Liegi-Bastogne-Liegi di ciclismo, è duello Van der Poel-Pogacar