L'8 marzo non ferma la violenza. Uccisa dal figlio nel torinese, aggredita dall'ex a Trieste

L'8 marzo non ferma la violenza. Uccisa dal figlio nel torinese, aggredita dall'ex a Trieste

L'8 marzo non ferma la violenza. Uccisa dal figlio nel torinese, aggredita dall'ex a Trieste Photo Credit: AgenziaFotogramma.it


A Pinerolo una donna è stata colpita con un martello, inutili i soccorsi. A Trieste accoltellata dall'ex compagno, è grave in ospedale

A poche ore da un 8 marzo che resta troppo spesso solo simbolico, la violenza non si ferma. Ancora aggressioni, ancora morti, ancora in ambito familiare. Solo ieri i dati del Viminale avevano certificato un aumento dei femminicidi nel 2022. Centoventicinque le donne uccise, di cui 103 per mano del partner o dell'ex, di un genitore o di un figlio. 

UCCISA DAL FIGLIO A PINEROLO

A colpirla a martellate è stato il figlio ventitreenne, nella loro casa di Pinerolo, nel torinese. I soccorsi sono stati inutili. È morta così, questa mattina, una donna di 45 anni. A dare l'allarme è stato il marito della vittima. Quando sono arrivate le forze dell'ordine il ragazzo aveva ancora il martello in mano e non ha proferito parola.

TENTATO OMICIDIO A TRIESTE

Ha 45 anni anche la donna bosniaca che nella serata di ieri è stata accoltellata più volte mentre tornava a casa. A colpirla l'ex compagno, un 39enne kosovaro, che lei avrebbe denunciato solo poche ore prima. Nella notte l’uomo, che aveva fatto perdere le sue tracce, si è consegnato spontaneamente alle forze dell’ordine. Si trova già in carcere, mentre continuano le indagini per ricostruire la vicenda. La vittima intanto è ricoverata in ospedale, in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.

SI INDAGA A ROSARNO

Intanto proseguono le indagini a Rosarno, in Calabria, teatro il 7 marzo di un altro femminicido. Vittima una donna di origini ucraine, sospettato il compagno, della stessa nazionalità. I due vivevano da anni nella zona di Gioia Tauro. Sul corpo della donna sono stati trovate molte ferite. Secondo gli investigatori, il segno non soltanto delle violenze subite in occasione del pestaggio che ne ha provocato la morte, ma anche in precedenza. La Procura ha disposto l'autopsia.


Argomenti

8 marzo
Femminicidi
Pinerolo
Rosarno
Trieste
Violenza sulle donne

Gli ultimi articoli di Ludovica Marafini

  • Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

    Milano, incidente sulla tangenziale nord tra un'auto e un camion. Due ragazzi sono morti

  • Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

    Stupro a Roma, arrestato Simone Borgese, già condannato per altre violenze

  • Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

    Amanda Knox, confermata la condanna per calunnia nei confronti di Patrick Lumumba

  • Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

    Natisone, la Procura indaga per omicidio colposo. Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso

  • Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

    Gaza, Hamas potrebbe accettare il piano di Biden. Netanyahu, tregua momentanea per gli ostaggi

  • Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

    Attesa per la sentenza nel processo a Donald Trump. "Da presidente avrei bombardato Russia e Cina"

  • Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

    Giulia Tramontano, un anno dopo il delitto Impagnatiello racconta in aula la sua verità

  • Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

    Raid israeliano su un campo profughi a Rafah. Almeno quaranta i morti, centinaia i feriti

  • Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

    Maiorca, crolla la terrazza di un ristorante. Quattro i morti e numerosi i feriti

  • Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori

    Spagna, Irlanda e Norvegia riconosceranno lo Stato palestinese. Israele richiama i suoi ambasciatori