Maltempo, estate in crisi fino alla fine di luglio

 12 luglio 2019

Già dalle prime ore di domani venti più freschi porteranno i primi segnali del nuovo cambiamento

Nemmeno l'ormai imminente weekend è destinato a trascorrere all'insegna del bel tempo e della stabilità atmosferica. Un doppio attacco perturbato, infatti, si appresta a colpire il nostro Paese con i temporali che non sembrano voler lasciare l'Italia. Già dalle prime ore di domani, venti più freschi pilotati da una depressione in avvicinamento dalla Russia, porteranno i primi segnali del nuovo cambiamento ad appannaggio delle regioni nord orientali. Nubi irregolari copriranno i cieli del Trentino Alto Adige, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia dove potranno cadere rovesci sparsi localmente temporaleschi. Col passare delle ore i venti freschi andranno a concentrare la loro maggior ingerenza sui versanti adriatici con la formazione di insidiosi rovesci temporaleschi con grandine e forti raffiche di vento in sviluppo sul versante adriatico centro meridionale. Sotto stretta osservazione saranno nuovamente le Marche, l'Abruzzo, il Molise sino ai comparti centro settentrionali della Puglia. Coinvolte nel corso del pomeriggio anche il sud dell'Umbria, il Lazio con qualche temporale possibile anche su Roma. Verso sera la parte più attiva del brutto tempo scivolerà ulteriormente verso Sud. Campania, ancora la Puglia specie quella meridionale e l'est della Basilicata saranno a rischio di temporali sparsi. Tempo più tranquillo sul resto del Paese. Calano le temperature nelle aree raggiunte dai fenomeni.
Maltempo, estate in crisi fino alla fine di luglio

Share this story: