Napoli - Milano andata e ritorno: la tratta quotidiana di GIuseppina, operatrice scolastica pendolare

18 gennaio 2023, ore 15:45

Una storia fatta di impegno per inseguire il posto di ruolo. Ogni giorno si alza alle 5 e va a Milano, poi torna a Napoli. Un sacrificio, ma che le costa meno, dice, di una stanza nel capoluogo lombardo

"Lo so che sembra una follia, però facendo i conti ho valutato che economicamente mi conviene. Certo, mi costa tanto sacrificio”: è così che Giuseppina Giuliano, 29 anni, ha raccontato al quotidiano Il Giorno la sua piccola epopea quotidiana per andare al lavoro. Ogni giorno infatti viaggia in treno da Napoli a Milano – e ritorno – per un totale di 1600 chilometri.

LA PARTENZA DA NAPOLI ALLE 5

Giuseppina Giuliano abita a Napoli, ma a settembre è entrata di ruolo come operatrice scolastica in un Liceo Artistico di Milano. Un impiego a cui la donna tiene, così ha scelto di non rifiutare l'assegnazione anche se lontana da casa. Il turno inizia alle 10.30 e finisce alle 17. E allora ogni mattina, dal lunedì al venerdì, Giuseppina alle 5 prende il treno. Aspetta di terminare la giornata di lavoro, e corre di nuovo in stazione, dove alle 18.20 sale sulla carrozza che la riporta a casa. Accumulando punti con i viaggi effettuati e comprando i biglietti in largo anticipo, spiega, riesce a spendere circa 400 euro, meno di quanto le costerebbe una stanza, in condivisione, a Milano.

LA CASA A MILANO

Non che l’idea di vivere nel capoluogo lombardo non le piacesse. Ma considerando che il suo stipendio mensile è di 1.165 euro “ho provato a cercare una casa che non costasse troppo - ha raccontato - ma mi sono resa conto che è più facile trovare un ago in un pagliaio”. Senza contare il costo della vita, le bollette, il cibo e i trasporti pubblici. Così Giuseppina ha scelto di rimanere a Napoli, insieme ai genitori, alla nonna e ai suoi cani. In questo modo, oltre a quelle del treno, non ha spese da sostenere e riesce anche a mettere da parte qualche risparmio. 

DEMORALIZZATA MA NON MOLLA

Anche se la sua è una vita faticosa. In molti a scuola la aiutano, racconta, ma non è facile tenere il morale alto. Anche se Giuseppina Giuliano non molla. "Proprio ora che sono diventata di ruolo non posso assolutamente perdere l'opportunità di questo lavoro" . E allora questa giovane donna va avanti, finchè non troverà qualcosa di adatto alle sue esigenze.
Napoli - Milano andata e ritorno: la tratta quotidiana di GIuseppina, operatrice scolastica pendolare
PHOTO CREDIT: agenziafotogramma.it
Tags: bidella, Milano, Napoli, Pendolare, scuola, Treno

Share this story: