Particelle cosmiche svelano un tesoro nel sottosuolo di Napoli, grazie a una tecnica dai grandi acceleratori

Particelle cosmiche svelano un tesoro nel sottosuolo di Napoli, grazie a una tecnica dai grandi acceleratori

Particelle cosmiche svelano un tesoro nel sottosuolo di Napoli, grazie a una tecnica dai grandi acceleratori Photo Credit: agenziafotogramma.it


Si tratta di una camera funeraria, inaccessibile, risalente all'epoca ellenistica, di cui è stata elaborata una mappa in scala tridimensionale

Scoperta nel sottosuolo, in pieno centro storico di Napoli, un'inaccessibile camera funeraria di epoca ellenistica: è stata individuata, come ha spiegato l'agenzia di stampa Ansa, che ha dato per prima la notizia, grazie alle particelle prodotte dallo scontro dei raggi cosmici con l'atmosfera della Terra, chiamate muoni. La radiografia così ottenuta ha reso possibile il ritrovamento. Il risultato è pubblicato sulla rivista Scientific Reports dal gruppo di ricerca nato dalla collaborazione fra Università di Napoli Federico II, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e l'Università giapponese Nagoya in Giappone . Il coordinamento è di Valeri Tioukov, dell'Infn di Napoli.


Il sottosuolo di Napoli fonte di ricchezza

E' noto da tempo che nel sottosuolo di Napoli esiste una grande quantità di monumenti e tesori architettonici del periodo ellenistico, tra IV e III secolo a.C., che si trovano al di sotto di una zona densamente abitata per cui è impossibile procedere con scavi sistematici. Utilizzando tecniche sempre più precise e sofisticate, i ricercatori hanno scoperto una nuova importante struttura: una camera funeraria sotterranea della quale è stata ottenuta la mappa 3D grazie a una radiografia muonica. Nell'indagine sono stati utilizzati due rivelatori di muoni posti a 18 metri di profondità in una vecchia cantina. Grazie a questi dispositivi, una sorta di lastre fotografiche, è stato registrato il passaggio dei muoni per circa un mese. "I muoni prodotti nell'interazione dei raggi cosmici con l'atmosfera penetrano nei palazzi e nella roccia sottostante e possono attraversarla fino a raggiungere i rivelatori. Tuttavia, a seconda della densità e dello spessore della roccia attraversata, una parte di questi muoni viene assorbita", ha spiegato Tioukov. Dal numero dei muoni che hanno colpito i rilevatori, è stato così possibile ricostruire l'immagine della camera funeraria altrimenti invisibile. "Il rivelatore che abbiamo sviluppato - ha detto Giovanni De Lellis, dell'Università Federico II e dell'Infn di Napoli - si basa sulle tecnologie che impieghiamo negli esperimenti di fisica subnucleare al Cern, e ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell'Infn, che studiano le proprietà dei neutrini e ricercano la materia oscura". 


Argomenti

agenziafotogramma.it
camera mortuaria
fotogramma

Gli ultimi articoli di Max Viggiani

  • Calcio. Il mercato allenatori sta tenendo banco. Conte, Gasperini e Pioli i nomi di cui si parla di più

    Calcio. Il mercato allenatori sta tenendo banco. Conte, Gasperini e Pioli i nomi di cui si parla di più

  • Atalanta, la Dea non è più bendata

    Atalanta, la Dea non è più bendata

  • All'asta, a Genova, i cimeli appartenuti a Gina Lollobrigida che erano nella sua villa sull'Appia Antica a Roma

    All'asta, a Genova, i cimeli appartenuti a Gina Lollobrigida che erano nella sua villa sull'Appia Antica a Roma

  • Roma ricorda Franco Califano, martedì prossimo gli sarà intitolata una strada della Capitale

    Roma ricorda Franco Califano, martedì prossimo gli sarà intitolata una strada della Capitale

  • A Perugia aperta un'indagine sul caso della droga tagliata con il Fentanyl, il fascicolo è a carico di ignoti

    A Perugia aperta un'indagine sul caso della droga tagliata con il Fentanyl, il fascicolo è a carico di ignoti

  • Sole e caldo estivo di nuovo in arrivo sulle regioni italiane, da settimana prossima, però, tornerà il maltempo

    Sole e caldo estivo di nuovo in arrivo sulle regioni italiane, da settimana prossima, però, tornerà il maltempo

  • Formula 1, Max Verstappen con la Red Bull ha vinto il Gran Premio della Cina, male le due Ferrari

    Formula 1, Max Verstappen con la Red Bull ha vinto il Gran Premio della Cina, male le due Ferrari

  • Formula 1, in Cina dominio Red Bull, Verstappen e Perez partiranno davanti nella gara di domani, male le Ferrari

    Formula 1, in Cina dominio Red Bull, Verstappen e Perez partiranno davanti nella gara di domani, male le Ferrari

  • Formula 1, Norris su Mc Laren in pole nella Gara Sprint in Cina, la corsa breve è in programma domani alle 5

    Formula 1, Norris su Mc Laren in pole nella Gara Sprint in Cina, la corsa breve è in programma domani alle 5

  • L'aeroporto di Roma Fiumicino è il migliore al mondo per la sicurezza aeroportuale, lo rivela Skytrax

    L'aeroporto di Roma Fiumicino è il migliore al mondo per la sicurezza aeroportuale, lo rivela Skytrax