Primarie americane, oggi è il super tuesday: si vota in quindici stati

Primarie americane, oggi è il super tuesday: si vota in quindici stati

Primarie americane, oggi è il super tuesday: si vota in quindici stati Photo Credit: agenziafotogramma.it


E' un passaggio chiave nella corsa verso la Casa Bianca. Oggi verrà eletti il 30% dei delegati democratici e il 36% dei delegati republicani. Trump riabilitato dalla Corte Suprema, a maggioranza conservatrice

PASSAGGIO CHIAVE VERSO LA CASA BIANCA

E’ il momento chiave delle primarie, una tappa fondamentale nella corsa verso la Casa Bianca. Sono quindici gli stati chiamati oggi al voto: Alabama, Alaska (solo Repubblicani, per i democratici si voterà ad aprile), Arkansas, California, Colorado, Iowa (ultimo giorno in cui gli elettori democratici possono inviare il loro voto per corrispondenza), Maine, Massachusetts, Minnesota, Carolina del Nord, Oklahoma, Tennessee, Texas, Utah, Vermont e Virginia; a questi si aggiunge il territorio delle Samoa americane.

DIFFERENZE TRA STATI

Le modalità di voto e variano da Stato a Stato: in alcuni casi possono votare anche le persone che non sono membri registrati del partito. In sei stati che questo è possibile: si tratta di Alabama, Arkansas, Minnesota, Texas, Vermont e Virginia. Negli altri Stati, invece, viene organizzato il caucus, cioè possono votare soltanto gli elettori registrati come appartenenti a quel determinato partito, peraltro il voto è preceduto da un dibattito pubblico. Gli Stati non pesano tutti allo stesso modo perché non eleggono lo stesso numero di delegati, quindi peserà maggiormente vincere stati come il Texas (che da solo assegna 155 delegati repubblicani e 241 delegati democratici): è questo il motivo principale per cui il Super Tuesday rappresenta ogni volta il vero punto di svolta nelle primarie per le presidenziali Usa.


SARA' SFIDA BIDEN-TRUMP

Con questa tornata si eleggeranno il 30% dei delegati democratici e il 36% di quelli repubblicani. L’esito appare scontato, per la presidenza degli Stati Uniti si sfideranno Joe Biden e Donald Trump. Per il tycoon ieri è caduto un possibile impedimento: la Corte Suprema – a maggioranza conservatrice - ha dato il via libera alla eleggibilità di Donald Trump in Colorado, dove era stato escluso per il ruolo nell'assalto al congresso del 6 gennaio 2021.

VIA LIBERA AL TYCOON

Il Colorado aveva chiesto di bandire Trump dalle primarie per il suo ruolo nell’assalto al Congresso in base al 14° emendamento, che vieta le cariche pubbliche ai funzionari coinvolti in insurrezioni contro la costituzione. Ma la Corte Suprema ha accolto il ricorso di Trump perchè i singoli stati non hanno l’autorità per rimuovere un candidato presidenziale. Questo potere c’è l’ha solo il Congresso. E’ questa la motivazione con cui la i supremi giudici hanno bocciato la decisione del Colorado.



Argomenti

Primarie
Supertuesday
Usa

Gli ultimi articoli di Paolo Pacchioni

  • A Brescia nuova udienza per la riapertura del processo per la strage di Erba. Rosa e Olindo in aula

    A Brescia nuova udienza per la riapertura del processo per la strage di Erba. Rosa e Olindo in aula

  • Piano sicurezza alle OIimpiadi di Parigi, il presidente Macron conferma la cerimonia inaugurale sulla Senna

    Piano sicurezza alle OIimpiadi di Parigi, il presidente Macron conferma la cerimonia inaugurale sulla Senna

  • Via libera della Procura, possono essere celebrati i funerali delle vittime della strage nella centrale idroelettrica

    Via libera della Procura, possono essere celebrati i funerali delle vittime della strage nella centrale idroelettrica

  • Jannik Sinner parte bene nel torneo di Montecarlo, battuto senza problemi Sebastian Korda

    Jannik Sinner parte bene nel torneo di Montecarlo, battuto senza problemi Sebastian Korda

  • Centrale elettrica di Suviana, ridotte al minimo le speranze di trovare in vita i quattro superstiti

    Centrale elettrica di Suviana, ridotte al minimo le speranze di trovare in vita i quattro superstiti

  • Nel 2024 il marzo più caldo di sempre, aumenta la temperature globale; prepariamoci a una estate torrida

    Nel 2024 il marzo più caldo di sempre, aumenta la temperature globale; prepariamoci a una estate torrida

  • Le bellezze di Roma ospiteranno l'ultima tappa del Giro d'Italia, traguardo con il Colosseo sullo sfondo

    Le bellezze di Roma ospiteranno l'ultima tappa del Giro d'Italia, traguardo con il Colosseo sullo sfondo

  • Serie A, la Juve batte la Fiorentina, risorge il Napoli; cade l'Atalanta, colpo salvezza del Cagliari

    Serie A, la Juve batte la Fiorentina, risorge il Napoli; cade l'Atalanta, colpo salvezza del Cagliari

  • Forte terremoto a Taiwan,

    Forte terremoto a Taiwan, numerosi crolli e almeno 9 morti; rientrata l'allerta tsunami

  • Raid israeliano a Gaza, uccisi sette operatori umanitari che stavano distribuendo aiuti

    Raid israeliano a Gaza, uccisi sette operatori umanitari che stavano distribuendo aiuti