Scuola, novità in arrivo, Maturità ed esami di terza media in presenza, a settembre tutti a scuola vaccinati

06 maggio 2021, ore 11:00 , agg. alle 16:46

Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ha annunciato la road map del rientro a scuola, tutti in classe da settembre; oltre ai maturandi, quest'anno anche i ragazzi di terza media faranno l'esame in presenza

 Nelle ultime ore, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha anticipato misure imminenti per la scuola. Dagli esami di fine ciclo che si svolgeranno in presenza alle prospettive di rientro in classe a settembre in sicurezza, dalla campagna vaccinale per gli studenti di ogni ordine e grado a partire da giugno alla questione precari , vediamo quali sono le principali novità che attendono la scuola italiana

Esami di maturità e di terza media in presenza

La prima novità riguarda i ragazzini che quest’anno completano le secondarie di primo grado e che potranno sostenere l’esame di terza media in presenza. Come per i loro colleghi maturandi, vigerà un protocollo di sicurezza che prevede l’arrivo a scuola 15 minuti prima del previsto e l’uscita subito dopo aver svolto gli esami, distanza di 2 metri dalla commissione d'esame, utilizzo della mascherina e presenza, al momento del colloquio, di un solo accompagnatore. Le regole sono, almeno nelle grandi linee, quelle dell’anno scorso, ma il lavoro sul loro adeguamento è ancora in itinere. Da parte dei sindacati sono arrivate, infatti, alcune richieste e suggerimenti di modifica delle norme attuali.

Rientro in classe a settembre

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha annunciato in queste ultime ore di essere al lavoro per permettere un rientro degli studenti di ogni ordine e grado in presenza, “dobbiamo tornare ad una nuova normalità a partire dalla scuola”, ha dichiarato ieri durante il question time alla Camera, aggiungendo che "con il piano per l'estate da 510 milioni vogliamo costruire un ponte verso il prossimo anno, anche valorizzando le buone pratiche attivate quest'anno”. Il ministro ha ricordato poi che "presso le Prefetture continuano ad essere operativi i tavoli di coordinamento per la definizione per un più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine le attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale”: per agevolare il rientro di tutti gli studenti insomma si prevedono ingressi diversificati e orari di inizio delle lezioni diversi. Inoltre, è ripresa la campagna di vaccinazione ai docenti che era rimasta in sospeso qualche settimana fa, lasciando circa 400 mila prof senza prima dose.

Vaccini per gli studenti a partire da giugno

Con le sperimentazioni dei vaccini per gli under 16 in dirittura d’arrivo, si potrebbe ipotizzare che, alla ripresa dell’anno scolastico, buona parte della popolazione sia già stata vaccinata. Il primo dispositivo disponibile, il Pfizer per la fascia d’età 12-15 anni, si è rivelato efficace al 100% e con una risposta anticorpale molto robusta. A giugno dunque il vaccino potrebbe essere già disponibile per gli studenti più grandi, mentre per i più piccoli bisognerà attendere l’inizio della scuola.

Questione precari, vicini a una soluzione

In queste ore si lavora insieme al Ministero dell’Economia e alla Presidenza del Consiglio, ha spiegato Bianchi: e è imminente un provvedimento che permetterebbe, con assunzioni per titoli, di evitare di ritrovarsi con oltre 200 mila supplenti a settembre. L'ipotesi più accreditata è prevedere per i docenti precari da tempo, una formazione continua durante l'anno e una valutazione finale. Bianchi ha annunciato che l’obiettivo è arrivare comunque a un sistema a regime di concorsi annuali per consentire anche un adeguato turn -over nella classe docente, a fronte dei pensionamenti previsti nei prossimi anni.


Scuola, novità in arrivo, Maturità ed esami di terza media in presenza, a settembre tutti a scuola vaccinati
Tags: esamiterzamedia, maturità, miur, scuola

Share this story: