Serie A, il Milan vince anche a Firenze; Juventus in crisi, battuta dalla Lazio; Atalanta a valanga sul Napoli

Serie A, il Milan vince anche a Firenze; Juventus in crisi, battuta dalla Lazio; Atalanta a valanga sul Napoli

Serie A, il Milan vince anche a Firenze; Juventus in crisi, battuta dalla Lazio; Atalanta a valanga sul Napoli Photo Credit: agenziafotogramma.it


Questi i risultati del sabato prepasquale: Fiorentina-Milan 1-2, Lazio-Juventus 1-0, Napoli-Atalanta 0-3, Torino-Monza 1-0, Genoa-Frosinone. Il resto del turno si giocherà lunedì

FIORENTINA-MILAN 1-2

Ormai sembra una sentenza scritta: la seconda forza del campionato è il Milan, che a Firenze ha vinto con autorevolezza e in classifica ulteriormente allungato sulla Juventus, ricacciata -6. Al Franchi è stata una vittoria nel segno di Leão: il portoghese ha costruito le occasioni più importanti nel primo tempo (senza però sfruttarle), nella ripresa ha fornito di tacco un assist a Loftus Cheek  per il gol dello 0-1; poi dopo il momentaneo pareggio viola con Duncan, il portoghese si è involato in contropiede andando a segnare il gol della vittoria. Nell’ultima mezzora la Fiorentina con generosità ha cercato il pareggio, ma i viola sono andati a sbattere contro un Maignan in grande forma e comunque sottoporta non sono parsi lucidissimi.


LAZIO-JUVENTUS 1-0

La vittoria della Lazio è maturata all’ultimo secondo, ma è assolutamente meritata. Sono stati i biancocelesti a fare la partita e ad avere il maggior numero di occasioni. La Juventus ha avuto un picco fra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa, troppo poco per pensare di arginare quella che ormai può essere definita una vera crisi: nelle ultime nove partite di campionato la squadra di Allegri ha ottenuto soltanto una vittoria, peraltro sofferta. Esordio da sogno invece per Igor Tudor: per la prima volta sulla panchina dei biancocelesti si è subito tolto la soddisfazione di battere la sua ex squadra. Lazio pericolosa nella prima mezzora di gara per quattro volte , i bianconeri replicano solo al 41esimo con un diagonale di Chiesa. A inizio ripresa occasione per Cambiaso, poi è solo Lazio: due tiri di Marušić e Luis Alberto leggermente deviati dai difensori bianconeri terminano fuori di pochissimo, se una serata stregata. Ma al 93esimo un cross morbido di Guendouzi favorisce il colpo di testa vincente di Marušić, per la festa dell’Olimpico biancoceleste. 

NAPOLI-ATALANTA 0-3

La cosa migliore il Napoli l’ha fatta vedere prima del fischio di inizio: squadra in ginocchio per esprimere vicinanza a Juan Jesus dopo il presunto caso di razzismo subito da Acerbi. In campo i partenopei sono sembrati una squadra allo sbando, netta la superiorità dell’Atalanta che ha vinto in modo meritato. I bergamaschi possono ancora credere nel sogno Champions, che per il Napoli sembra ormai diventare un utopia. È questa la prima sconfitta di Calzona in campionato da quando il terzo tecnico stagionale si è accomodato sulla panchina; in effetti il Napoli oggi sembra aver fatto un deciso passo indietro. Atalanta vantaggio con gol di Miranchuk al 25esimo, appena prima dell’intervallo il raddoppio di Scamacca. A inizio ripresa si capisce che per gli azzurri è un pomeriggio storto: due pali nella stessa azione prima con Zielinski poi con Osihmen. E prima della finale la Dea ha calato il tris, ancora con Miranchuk. 

TORINO-MONZA 1-0

Il Toro fa sul serio e si conferma in zona Europa: battuto e superato in classifica il Monza in una partita più intensa che bella. Ha deciso un rigore trasformato nella ripresa da Tony Sanabria, i brianzoli protestano con l’arbitro Aureliano visto che la trattenuta in area di Pessina pare leggera; in quella circostanza il centrocampista della Nazionale ha anche rimediato il primo cartellino giallo, poco dopo una seconda ammonizione ha portato alla sua espulsione. Il Monza in inferiorità numerica non ha avuto grandi possibilità di rimettere il match in equilibrio. Per la squadra di Palladino questa resta comunque una stagione altamente positiva, il Torino di Jurić per la 15esima volta in questo campionato non ha subito gol: la tenuta difensiva è sicuramente un elemento decisivo per i granata. 

GENOA-FROSINONE 1-1

Con un punto non si risolvono le cose, ma si muove la classifica. Ne aveva bisogno soprattutto il Frosinone, che resta nella parte bassa, ma manda altri segnali di vita. Più tranquillo il Genoa, che nel primo tempo parte forte: al nono minuto traversa di Vasquez, sul tap in di Sabelli è miracoloso Turati. Al 29esimo Gudmunson si procura e poi trasforma in modo perfetto il rigore del vantaggio rossoblu. Ma bastano otto minuti al Frosinone per rimettere la partita in parità: al 37esimo bella triangolazione avviata da Soulè rifinita da Zortea e trasformata in gol da Reinier. Nella ripresa il Genoa cerca il colpo da tre punti, in pieno recupero abbaglio dell’arbitro Sacchi che vede un tocco di mano che non c’è di Thorsby, il Var toglie il rigore al Frosinone. E a Marassi finisce in parità.


Argomenti

CALCIO
FIORENTINA-MILAN
LAZIO-JUVENTUS
NAPOLI-ATALANTA
SERIE A

Gli ultimi articoli di Paolo Pacchioni

  • Voto di scambio e corruzione, bufera sul centrodestra siciliano; tra gli arrestati anche il sindaco di Tremestieri Etneo

    Voto di scambio e corruzione, bufera sul centrodestra siciliano; tra gli arrestati anche il sindaco di Tremestieri Etneo

  • A Brescia nuova udienza per la riapertura del processo per la strage di Erba. Rosa e Olindo in aula

    A Brescia nuova udienza per la riapertura del processo per la strage di Erba. Rosa e Olindo in aula

  • Piano sicurezza alle OIimpiadi di Parigi, il presidente Macron conferma la cerimonia inaugurale sulla Senna

    Piano sicurezza alle OIimpiadi di Parigi, il presidente Macron conferma la cerimonia inaugurale sulla Senna

  • Via libera della Procura, possono essere celebrati i funerali delle vittime della strage nella centrale idroelettrica

    Via libera della Procura, possono essere celebrati i funerali delle vittime della strage nella centrale idroelettrica

  • Jannik Sinner parte bene nel torneo di Montecarlo, battuto senza problemi Sebastian Korda

    Jannik Sinner parte bene nel torneo di Montecarlo, battuto senza problemi Sebastian Korda

  • Centrale elettrica di Suviana, ridotte al minimo le speranze di trovare in vita i quattro superstiti

    Centrale elettrica di Suviana, ridotte al minimo le speranze di trovare in vita i quattro superstiti

  • Nel 2024 il marzo più caldo di sempre, aumenta la temperature globale; prepariamoci a una estate torrida

    Nel 2024 il marzo più caldo di sempre, aumenta la temperature globale; prepariamoci a una estate torrida

  • Le bellezze di Roma ospiteranno l'ultima tappa del Giro d'Italia, traguardo con il Colosseo sullo sfondo

    Le bellezze di Roma ospiteranno l'ultima tappa del Giro d'Italia, traguardo con il Colosseo sullo sfondo

  • Serie A, la Juve batte la Fiorentina, risorge il Napoli; cade l'Atalanta, colpo salvezza del Cagliari

    Serie A, la Juve batte la Fiorentina, risorge il Napoli; cade l'Atalanta, colpo salvezza del Cagliari

  • Forte terremoto a Taiwan,

    Forte terremoto a Taiwan, numerosi crolli e almeno 9 morti; rientrata l'allerta tsunami