Serie A, la Juventus raggiunge il pari con la Salernitana oltre il novantesimo e protesta per un gol annullato

11 settembre 2022, ore 22:55 , agg. alle 11:48

Questi i risultati della domenica in serie A: Juventus-Salernitana 2-2, Lazio-Verona 2-0, Sassuolo-Udinese 1-3, Atalanta-Cremonese 1-1, Bologna-Fiorentina 1-2, Lecce-Monza 1-1. Posticipo del lunedì Empoli-Roma

La Juventus ha rischiato di perdere in casa con la Salernitana, oltre il novantesimo ha raggiunto il pareggio e ha anche rischiato di vincere. Al comando della serie A si è formato un terzetto: l’Atalanta ha raggiunto Milan e Napoli, che – come l’Inter- hanno conquistato i tre punti negli anticipi del sabato, non senza qualche sofferenza. La sorpresa è l’Udinese, subito alle spalle del trio di testa. Si rilancia la Lazio.


JUVENTUS-SALERNITANA 2-2

La Juve è stata a lungo sull'orlo del baratro: oltre il novantesimo ha raggiunto il pareggio, ma ha anche sfiorata la vittoria, spazzata via dal VAR. E il mondo bianconero protesta. La Salernitana per la prima volta fa punti sul campo della Juventus. Le prime due occasioni per i bianconeri le ha avute Miretti, fermato da Sepe. Al 18esimo il vantaggio degli ospiti: errore di Cuadrado, grande azione in ripartenza di Mazzocchi, assist per Candreva, che segna da ex. La reazione della Juve è solo nel gol di Vlahovic al 39esimo, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Appena prima dell’intervallo, un tocco di braccio di Bremer porta Piatek sul dischetto: il polacco fa 0-2 su rigore. A inizio ripresa il gol di Bremer ( schiacciata di testa) ha riaperto la partita; la Juventus ci ha provato con Vlahovic e con il subentrato Milik. Ma per arrivare al pareggio c'è voluto un rigore al 92esimo: Bonucci si è fatto parare il tiro dal dischetto, ma ha ribadito in rete la respinta di Sepe. E al 94esimo, all'ultima azione della partita, è arrivato il colpo di testa vincente di Milik. Il gol in un primo momento è stato convalidato, poi il VAR lo ha cancellato per un fuorigioco di Bonucci ( che però non sembra disturbare il portiere avversario). Ne è seguita una rissa, con le espulsioni di Milik, Cuadrado, Fazio e Allegri. 


LAZIO-VERONA 2-0

Biancocelesti avanti, sempre nel segno di Ciro Immobile. Una schiacciata di testa dell’attaccante campano a metà ripresa ha consentito di risolvere la pratica Verona, che andava facendosi complicata. La Lazio ha fatto la partita e ha meritato di vincere, ma ha fatto fatica a sbloccare. E gli ospiti sullo 0-0 hanno colpito una traversa. In pieno recupero è arrivato il raddoppio di Luis Alberto. La squadra di Sarri si rilancia dopo la sconfitta contro il Napoli e il pareggio con la Sampdoria. Battuta d’arresto per l’Hellas, che però all’Olimpico si è arreso con onore.

SASSUOLO-UDINESE 1-3

Per i friulani è davvero un magic moment: quarta vittoria consecutiva, ora la squadra di Sottil è a un solo punto dal terzetto di testa Milan Napoli Atalanta. La partita di Reggio Emilia si è decisa nei minuti di recupero: al novantesimo il punteggio era 1-1. I padroni di casa si erano portati in vantaggio nel primo tempo con Frattesi; poi alla mezzora della ripresa, con gli emiliani in dieci per l’espulsione di Ruan, è arrivato il pareggio di Beto. Ed ecco il gran finale Udinese: al 91esimo sorpasso di Samardzic, al 93esimo titoli di coda con il terzo sigillo di Beto. Domenica prossima i friulani ospiteranno l’Inter; se Simone Inzaghi è preoccupato, ha ragione.

ATALANTA-CREMONESE 1-1

Gasperini ci teneva, ma i bergamaschi non sono riusciti a restare soli al comando. Hanno raggiunto, ma non superato Milan e Napoli. La Cremonese come sempre se l’è giocata a viso aperto, e questa volta non si è dovuta accontentare degli applausi. Dopo un gol annullato a Koopmeiners, l’Atalanta aveva sbloccato con un colpo di testa di Demiral al 74esimo. Ma quattro minuti più tardi è arrivato il gol del pari con Valeri, lesto a ribattere in rete una respinta non perfetta del portiere Musso.


Serie A, la Juventus raggiunge il pari con la Salernitana oltre il novantesimo e protesta per un gol annullato

LECCE-MONZA 1-1

Al sesto tentativo è arrivato il primo punto in serie A per il Monza. Giovanni Stroppa ha probabilmente salvato la sua panchina con il punto strappato sul campo del Lecce, 1-1 il punteggio. Brianzoli in vantaggio con una bella punizione di Sensi nel primo tempo, a inizio ripresa il pareggio dei salentini con Joan Gonzalez. I padroni di casa hanno protestato contro l’arbitro per un paio di presunti rigori non concessi

BOLOGNA-FIORENTINA 2-1

E veleni arbitrali hanno contraddistinto anche il dopopartita del derby dell’Appennino. Protesta la Fiorentina, secondo cui il gol del sorpasso bolognese segnato da Arnautovic (ancora lui) è stato viziato da un fallo precedente. Reti nella ripresa: erano stati i viola a portarsi in vantaggio con Lucas Martinez. Momentaneo pareggio di Musa Barrow. A seguire la partita dalla tribuna c’era Thiago Motta, che domani prenderà il posto dell’esonerato Mihajlovic.

ORA EMPOLI-ROMA

Il posticipo del lunedì si giocherà in serata allo stadio Castellani. Roma chiamata al riscatto, dopo due sconfitte consecutive; i giallorossi in una settimana sono caduti a Udine, poi in Europa league in trasferta con il Ludogorets. Mourinho vuoe una immediata ripartenza per dimostrare che si è trattato di incidenti di percorso. L'Empoli è reduce da quattro pareggi nelle prime cinque partite del campionato di serie A.


Tags: Atalanta, calcio, foto agenzia fotogramma.it, Juventus, Monza, Salernitana, serie A, Udinese

Share this story: