Spunta blu su Instagram a pagamento: una realtà che potrebbe arrivare presto in Italia

Spunta blu su Instagram a pagamento: una realtà che potrebbe arrivare presto in Italia

Spunta blu su Instagram a pagamento: una realtà che potrebbe arrivare presto in Italia Photo Credit: Fotogramma.it


Zuckerberg annuncia l'inizio di una nuova era. Ma si tratta di una sperimentazione che parte in Australia e Nuova Zelanda. Scopriamo che cos'è e quanto costerà

Un sogno per molti, un vero traguardo per gli influencer: la spunta blu su Instagram. La laurea di personaggio pubblico, difficile da ottenere fino a poco tempo fa, apre ora nuove prospettive nel mondo social.

Elon Musk ha deciso di renderla a pagamento Twitter, anche Meta si adegua per Facebook e Instagram. L'annuncio arriva dal patron Mark Zuckerberg che con post scrive una nuova pagina di storia. Un cambio epocale per chi ama i social e chi sono un futuro da influencer. Prende il via l'abbonamento, denominato Meta Verified, che offre la verifica degli account oltre ad alcune funzionalità premium.

MA COS'È LA SPUNTA BLU?

Sinonimo di prestigio, la spunta blu è la garanzia di un profilo verificato. A tutti gli effetti si diventa personaggi pubblici. Il Ceo di Meta, però, nel suo post parla dell'importanza della spunta blu “per avere protezione extra contro i furti di identità e un accesso rapido al servizio di assistenza”.

QUANTO COSTERÀ IL NUOVO SERVIZIO?

Non costerà tanto e sembra essere per davvero alla portata di tutti. Si tratta di 11,99 dollari al mese (che salgono a 14,99 dollari su iOS) per l'abbonamento Meta Verified e non sa bene, al momento, se possa essere trasferita da Instagram a Facebook o viceversa.

Secondo gli esperti, poi, ci sarà una visibilità maggiore social per chi acquista il pacchetto. Quindi basterà pagare per ottenere la spunta blu? No. Instagram, oltre al paletto della maggiore età e all'autenticazione a due fattori, chiede una "cronologia di post" che dimostri di essere attivi sui social (dettaglio che non sembra essere un ostacolo per molti utenti dei social).

Per adesso, la spunta blu a pagamento arriva in Australia e Nuova Zelanda: si tratta di un vero e proprio test. Poi l'abbonamento potrebbe arrivare in altri Paese. E in Italia? Al momento non c'è una data certa, ma si spera molto presto. Meta, secondo rumors, vuole a pieni voti il testi nel resto del mondo.


Argomenti

Facebook
Istangram
Spunta blu

Gli ultimi articoli di Francesco Fredella

  • Nuove indiscrezioni sulla salute di Re Carlo III: spunta un'altra voce clamorosa

    Nuove indiscrezioni sulla salute di Re Carlo III: spunta un'altra voce clamorosa

  • "Volevo presentarvi il mio migliore amico": fuoriprogramma social per Carlo Verdone

    "Volevo presentarvi il mio migliore amico": fuoriprogramma social per Carlo Verdone

  • Quali sono le condizioni di salute di Re Carlo? Spunta un'indiscrezione choc

    Quali sono le condizioni di salute di Re Carlo? Spunta un'indiscrezione choc

  • Massimo Bernardini lascia Tv Talk: "Largo ai giovani, mi fermo". I motivi dell'addio...

    Massimo Bernardini lascia Tv Talk: "Largo ai giovani, mi fermo". I motivi dell'addio...

  • Lino Banfi da Papa Francesco, l'incontro tanto atteso in Vaticano

    Lino Banfi da Papa Francesco, l'incontro tanto atteso in Vaticano

  • Antonino Spinalbese dice addio alla tv e torna a fare il parrucchiere

    Antonino Spinalbese dice addio alla tv e torna a fare il parrucchiere

  • Jannik Sinner vince ancora e vola in semifinale, occhi puntati sul prossimo match

    Jannik Sinner vince ancora e vola in semifinale, occhi puntati sul prossimo match

  • Totti-Ilary, la guerra degli ex continua? Su Gente (in esclusiva) la versione di Francesco

    Totti-Ilary, la guerra degli ex continua? Su Gente (in esclusiva) la versione di Francesco

  • In vendita la casa di Raffaella Carrà: 9 bagni, sauna, grandi spazi. Ma quanto costa?

    In vendita la casa di Raffaella Carrà: 9 bagni, sauna, grandi spazi. Ma quanto costa?

  • "Non faccio vedere più nulla sui social": l'ultima decisione di Sonia Bruganelli, ma c'è un motivo

    "Non faccio vedere più nulla sui social": l'ultima decisione di Sonia Bruganelli, ma c'è un motivo