X Factor: tutti i segreti dei Live, che prenderanno il via giovedì

25 ottobre 2021, ore 15:30 , agg. alle 16:14

Eliana Guerra, curatrice di X Factor e Vincenzo Molluso, supervisor di produzione di X Factor, sono intervenuti questa mattina in diretta su RTL 102.5 durante W L’Italia

RTL 102.5 è la radio ufficiale di X Factor, Giovedì sera inizieranno i Live. Oggi Eliana Guerra, curatrice di X Factor e Vincenzo Molluso, supervisor di produzione del programma Sky ne hanno parlato con Angelo Baiguini e Federica Gentile su RTL 102.5 in W L’Italia.


Segreti di X Factor in vista dei Live

A proposito dei tempi di realizzazione del programma, Eliana Guerra e Vincenzo Molluso hanno detto a RTL 102.5: “Finisce a Natale e ricomincia il primo gennaio. Praticamente ci vuole un anno, quanto fare un figlio e allattarlo, mettiamola così. Ogni volta si riparte facendo come si dice in gergo ‘le pulci’ su come è andata l’edizione precedente, chiedendoci cosa possiamo inventare l’anno successivo. Facciamo un punto della situazione, capiamo come è andata e come aggiustare il tiro. Ogni anno è come se tu avessi un titolo e devi sviluppare il contenuto giusto. Ogni anno siamo lì che ribaltiamo tutto, rimescoliamo, altrimenti diventa noioso. Devi settarti con il clima di ciò che le persone vogliono vedere a casa, di cosa hanno bisogno e devi cercare di andare in quella direzione. Possiamo dire che l’edizione italiana è ritenuta la più bella del mondo”.


I numeri di X Factor

Sui numeri e i materiali utilizzati per la produzione di X Factor i due hanno aggiunto: “È una produzione di dodici mesi. Ci sono quaranta persone di produzione che ne gestiscono più o meno cinquecento, dopodiché se andiamo nello specifico nel Live quest’anno abbiamo dovuto smantellare un teatro, il Repower, che misura quattromila metri quadrati per entrare con la nostra scenografia, abbiamo dovuto fare un intervento non indifferente. Ci abbiamo messo dentro dieci tonnellate di ferro, tre grand support – che per chi non lo sapesse sono quelle quattro antenne dove di solito sono attaccate le luci. Abbiamo steso più di trenta chilometri di cavi. Il palco sono circa seicento metri quadrati, tipo tre campi da paddle. Abbiamo due chilometri di luci, circa mille luci gestite da un software. Abbiamo tre regie audio, ottocento canali audio da gestire, una regia video che è una delle pochissime europee che è andata in Giappone a fare le Olimpiadi: una sorta di Transformer che quando arriva si espande diventa ottanta metri quadrati, genera trentaquattro postazioni di lavoro, duecentocinquanta segnali video”.
Eliana Guerra e Vincenzo Molluso hanno raccontato poi della “cittadella” che ospita le maestranze per realizzare lo show: “Si. La ‘cittadella’ è un posto di cinquemila metri quadrati, tirato su per far lavorare le persone. È composta da varie vie, ad esempio: via dei miracoli, via della musica, via del ristoro, via del montaggio. Tutti questi quartieri della 'cittadella' sono adibiti a fare delle cose particolari: la particolarità di X Factor è che è un programma tecnologicamente avanzato, ma anche il più artigianale, nel senso che noi facciamo tutto. Abbiamo una squadra di decoratori, falegnami, elettricisti, fabbri, pittori, grafici, sarti, truccatori, parrucchieri. Tutti questi artigiani fanno un lavoro settimanale, anche sui singoli concorrenti. C’è tanto bisogno di mestieri: siamo orgogliosi di avere tanti giovani che fanno mestieri utili. Il nostro palco è la somma di tutte queste singole professionalità applicate”.


L’edizione italiana di X Factor

L’edizione italiana si è conquistata la fiducia della casa madre, di Simon Cowell. Molti partono dall’Italia e poi vanno a fare scuola nel mondo. Così Guerra e Melluso: “Si, questa è una medaglietta che ci mettiamo, una punta di orgoglio, ci guardano con attenzione sia a livello di scelta di contenuto, che a livello di proposta scenografica. Abbiamo avuto un impianto scenografico per le audizioni che ci è stato richiesto per riprodurlo nel mondo. Ricordiamo anche i Maneskin, di cui siamo felicissimi, perché stanno portando in giro la nostra bandiera e anche quella italiana ”.
In merito alla presenza del pubblico durante i Live e durante le audizioni hanno aggiunto: “Ci siamo resi conto che questa dimensione iniziale durante le audizioni (senza pubblico), di intimità, tra i ragazzi e i giudici rendeva tutto molto più vero e sincero. Quindi, siccome ci siamo spinti nella zona dei pezzi originali dei ragazzi, abbiamo pensato che avrebbe potuto essere la direzione giusta anche quest’anno. La vita è un po’ così: non si comincia subito andando forte, ci vuole un po’. Bisogna intercettare il momento giusto di chi viene a proporsi. Ci saranno più di quattrocento persone tra il pubblico durante i Live, ovviamente tutte controllate”.


X Factor: tutti i segreti dei Live, che prenderanno il via giovedì

La musica a X Factor Italia

La musica cambia. “I ragazzi che si presentano ogni anno sono differenti. Questo è un anno in cui porteremo sul palco una scrittura importante, una grande attenzione alle parole. I ragazzi hanno necessità di dire e di parlare, è un cast figlio di un anno e mezzo particolare. C’è una grande attenzione alla parola, che è lì perché deve dire qualcosa di specifico. C’è un grande ritorno alla musica suonata, tanto contaminazione, un ritorno alla forma canzone. Ci sono le metriche rap sovrapposte al cantautorato classico, c’è il post trap, ci sono dei sound che vengono da una produzione super contemporanea, ci sono tanti modi. C’è anche molto rock, punk rock e anche tanto pop. Già dalla prima puntata i ragazzi porteranno i loro pezzi originali, li metteremo subito a fuoco, sarà una serata in cui gli concediamo il nostro palco dopo giorni e giorni di prove”.
E a proposito delle prove degli artisti in gara: “Per ciascun ragazzo, per arrivare alla performance di giovedì, si parte da tutto il mondo della produzione musicale, in contemporanea c’è una squadra artistica, che va a creare e immaginare mondi affinché il racconto musicale dei ragazzi possa essere portato sul palco nel modo migliore. Sono tante prove che si devono mischiare, a un certo punto tutto questo diventa il momento della performance”.


I giudici di X Factor e il debutto di Ludovico Tersigni

Il debutto di Ludovico Tersigni: “Ludovico suona il basso e la chitarra, la sua propensione musicale è sicuramente punk. Lui ora sta bene, sta lavorando tantissimo, si sta preparando tantissimo e tra una prova e l’altra incastra l’arrampicata e yoga, i due estremi”.
Sui giudici dell’edizione 2021: “Manuel Agnelli, Emma, Hell Raton e Mika sono ormai una bella brigata, molto complici da una parte e con una dialettica animata e vera dall’altra. È una vivacità che c’è davanti alla telecamere perché c’è anche dietro alle telecamere. Per chi crede nell’astrologia, sembra che siano tutti segni zodiacali animati, quindi si giustifica l’animo forte”.
A proposito dell’interazione tra il presentatore e i giudici: “È stata molto divertente, uso questo termine perché Ludovico è sempre stato un grande fan di X Factor e quindi si è divertito. Si è trovato seduto tra loro per esempio durante i bootcamp, a cavallo tra questo guardarsi intorno da fan e dall’altra parte una grandissima passione per la musica, che lui conosce anche in una maniera abbastanza ampia. Con i ragazzi è stato uno di loro, il formato impone anche un ingresso graduale. Lui ha avuto modo di tuffarsi in mezzo ai ragazzi con questa grande componente di emotività”.


Day Time e social

L’appuntamento con il day time:Il day time è un’altra produzione nella produzione, con una sua squadra. È il racconto di tutto il lavoro che si fa sulla musica durante la settimana. I ragazzi vivono una dimensione collettiva all’interno di tutti i protocolli covid, ovviamente. Hanno delle sale prove bellissime, è molto divertente vederli in questi scambi che passano da una sala all’altra, c’è una grande vivacità”.
Il successo di X Factor sui social:Spesso siamo in trend topic il giovedì sera. Ogni piattaforma ha il suo target di pubblico, devo dire che è divertente seguire il programma sui social, anche impegnativo sicuramente. Il giovedì è un po’ quell’evento per cui ti siedi con la pizza e le patatine, in cui molti si incontrano per guardarlo. È un programma che vive tantissimo dell’ On demand, che però in realtà non è proprio un recupero perché tante persone programmano di vederlo magari i giorni successivi. Venerdì ci sarà qualcosa di speciale qui su RTL 102.5, lo scoprirete”.


Eliana Guerra e Vincenzo Molluso
Tags: Eliana Guerra, Live X Factor, Vincenzo Molluso, X Factor, X Factor Live, XF2021

Share this story: