Germania, pianificavano un attacco al Parlamento. Arrestati venticinque estremisti

07 dicembre 2022, ore 13:00

I sospettati appartengono al gruppo estremista “Reichsbuerger”, cittadini del Reich. Tra loro ex militari, un principe della Turingia e un'ex deputata. Tremila gli agenti coinvolti

Secondo gli inquirenti pianificavano un attacco al parlamento tedesco raccogliendo un piccolo gruppo armato: con questa accusa questa mattina, in tutta la Germania, sono state arrestate 25 persone appartenenti al gruppo estremista di destra noto come “Reichsbuerger”, ovvero cittadini del Reich.

L'ATTACCO AL BUNDESTAG

Secondo i procuratori, gli appartenenti al movimento sono sospettati di "aver fatto preparativi concreti per entrare con la forza nel Parlamento tedesco con un piccolo gruppo armato". L'ufficio della protezione della Costituzione stima che il gruppo estremista raccolga ventunomila militanti. Di questi, un centinaio tra donne e uomini armati sarebbero stati coinvolti attivamente nel piano per rovesciare il governo tedesco. Uno degli esponenti di spicco del gruppo, Heiche Verding, è noto per aver diffuso messaggi antisemiti in rete. L'inchiesta coinvolge anche un militare delle forze speciali, i cui alloggi sono stati perquisiti.

TRA LORO UN PRINCIPE E UN'EX DEPUTATA

A capo del gruppo terroristico ci sarebbe un principe originario della Turingia, Heinrich XIII Reuss. Settantuno anni, Heinrich presiede il Consiglio del gruppo che si incontrerebbe regolarmente dal novembre 2021 con l'obiettivo di conquistare il potere in Germania. Della rete avrebbe fatto parte anche una giudice berlinese, Birgit Malsack Winkemann, ex deputata del partito di ultradestra Afd, la cui abitazione è stata perquisita.

TREMILA AGENTI COINVOLTI

Le operazioni di polizia, che secondo i media tedeschi vedono in campo circa tremila agenti di sicurezza, sono scattate questa mattina. Gli arrestati sono stati intercettati nelle regioni tedesche di Baden-Wuerttemberg, Baviera, Berlino, Assia, Bassa Sassonia, Sassonia, Turingia. Ma due arresti sono stati eseguiti anche all'estero, uno in Austria e uno in Italia, in un albergo di Perugia. Secondo agenzie di stampa di Mosca, tra i fermati ci sarebbe anche una cittadina russa. "La procura tedesca - scrive Ria Novosti - ha sottolineato di non avere motivi per ritenere che funzionari russi abbiano sostenuto i cospiratori". Per il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov: "Non si può parlare di alcuna interferenza russa riguardo alla preparazione di un colpo di Stato in Germania" - come riporta la Tass - "sono problemi interni della Germania".

Germania, pianificavano un attacco al Parlamento. Arrestati venticinque estremisti
PHOTO CREDIT: Foto: AgenziaFotogramma.it

LE PAROLE DELLA MINISTRA FAESER

"Il nostro stato di diritto è forte" ha commentato la Ministra dell'Interno tedesca, Nancy Faeser. "Sappiamo come difenderci con tutta la durezza contro i nemici della democrazia" ha detto, aggiungendo che "le indagini permettono di lanciare uno sguardo nel baratro di una minaccia terroristica dal milieu dei Reichsbuerger".

Tags: Bundestag, Germania, Reichsbuerger, terrorismo

Share this story: