L'Inter capolista vince a Parma per 2-1 nel posticipo della 25esima giornata in serie A e si porta a +6 sul Milan

04 marzo 2021, ore 23:20 , agg. alle 09:51

Dopo la vittoria contro il Parma, 2-1 allo stadio Tardini, l'Inter capolista ha allungato, in classifica, sul Milan, adesso sono 6 i punti che dividono le due squadre

Non senza fatica l'Inter di Antonio Conte ha espugnato Parma per 2-1. Missione compiuta, quindi, per i nerazzurri che puntavano a una vittoria per allungare in classifica, a +6 sul Milan secondo. Per gli uomini di Roberto D'Aversa la consolazione di aver imbrigliato la capolista per quasi un tempo e, nella ripresa, il merito di aver ridotto le distanze e cercato la rete del pareggio, ma la salvezza resta impresa molto difficile.


Alexis Sanchez decide la gara con una doppietta

C'è stato un momento, ad inizio secondo tempo, che la sua sostituzione è parsa cosa molto vicina, poi, Alexis Sanchez ha piazzato la zampata del campione, rubando in area una palla che la difesa del Parma aveva rinviato male, ed è stato 1-0 per l'Inter. Da quel momento in poi, l'attaccante cileno ha cominciato a carburare come ci si aspetta da un giocatore di classe come lui. Al 61esimo il raddoppio, sempre di Sanchez. Grande azione a tutto campo di Romelu Lukaku e, per il numero 7 nerazzurro, è stato un gioco da ragazzi segnare. Al 75esimo il giusto cambio e la simbolica standing ovation del popolo interista. Bene così, ma adesso Sanchez è chiamato a dare maggiore continuità al suo rendimento, Conte permettendo.


Missione compiuta, il Milan è a -6

Antonio Conte può essere soddisfatto per la vittoria. Quella serviva per allungare sul Milan, adesso sono 6 i punti di vantaggio dei nerazzurri sui rossoneri. Sull'andamento della partita magari qualcosa bisognerà rivedere. Il tecnico della capolista può essere contento per il ritorno in campo di Hakimi, uno dei migliori esterni del campionato. Ha ritrovato un Sanchez che, nel primo tempo, sembrava camminare in campo, e, soprattutto, ha una certezza : Romelu Lukaku. L'attaccante belga sbaglia ancora qualcosa, ma apre spazi, fondamentali, per i compagni ed è sempre uomo assist. Quando non segna lui, fa segnare.  


Per il Parma la salvezza si allontana

Roberto D'Aversa è consapevole che, per cercare di salvarsi, sia necessario cercare di far punti con chiunque, ma, è allenatore esperto e preparato, e capisce che non sono queste le partite che devi vincere, almeno contro un'Inter così in forma. Eppure i ducali hanno retto nel primo tempo, sfiorando anche, clamorosamente, la rete del vantaggio con Kurtic al 14esimo. Solo un miracolo di Handanovic ha evitato il peggio. Una tirata di orecchie, però, deve farla, D'Aversa, alla sua squadra, perché, in entrambi i goal dell'Inter, qualcosa di meglio si poteva fare in termini di attenzione. La salvezza, quindi, resta molto difficile. Il distacco dal quart'ultimo posto resta di 6 punti e Cagliari e Torino, le squadre che precedono il Parma, hanno, al momento, qualche vantaggio: i granata devono recuperare due partite e i sardi, con l'arrivo di Semplici in panchina, sono reduci da due vittorie consecutive.   

L'Inter capolista vince a Parma per 2-1 nel posticipo della 25esima giornata in serie A e si porta a +6 sul Milan
Tags: capolista, classifica, Conte, D'Aversa, Hernani, Parma-Inter, Sanchez, Tardini

Share this story: