Serie A, a San Siro Milan-Roma 3-3, i rossoneri tre volte in vantaggio ma sempre raggiunti restano primi in calssifica

26 ottobre 2020, ore 23:07

Due gol di Ibrahimovic, uno su rigore, e Saelemaekers per i rossoneri, reti di Dzeko, Veretout su rigore e Kumbulla per i giallorossi

Finisce 3-3 il posticipo del lunedì della quinta giornata del campionato di serie A tra Milan e Roma. A San Siro la sfida  tra Ibrahimovic e Dzeko è stata vinta dal rossonero, autore della terza doppietta in tre presenze in questo campionato, ma nel corso dei novanta minuti sono stati evidenti i segni di un tour de force che per entrambe le formazioni è in pieno svolgimento. Oltre agli errori tecnici su calcio d'angolo, l'arbitraggio ci ha messo del suo con due rigori "generosi", uno per parte, ma al resto hanno pensato le giocate dei singoli. Il Milansi è portato in vantaggio dopo 1'48'' con una meravigliosa combinazione  Leao-Ibrahimovic: partendo da sinistra il portoghese ha pescato lo svedese alle spalle di Kumbulla con l'aggancio-dribbling che ha portato al primo dei tre vantaggi di serata del Milan. La reazione della Roma è arrivata da un erroraccio in uscita di Tatarusanu, all'esordio per sostituire il positivo al Covid Donnarumma, sugli sviluppi di un corner, con Dzeko bravo a svettare su Romagnoli. Nella ripresa i rossoneri hanno approfittato nuovamente del brutto approccio alla sfida della Roma trovando il vantaggio con Saelemaekers dopo due minuti dal ritorno in campo, puntuale a sfruttare la fiammata sulla sinistra di Leao. Al 69' Tatarusanu si è superato su Mkhitaryan, ma nulla ha potuto sul calcio di rigore millimetrico di Veretout. Dieci minuti più tardi è stato Ibrahimovic a infilare il terzo gol del Milan dal dischetto, con entrambi gli episodi più che dubbi, ma è stata di Kumbulla la firma sul 3-3 finale ancora una volta sugli sviluppi di un corner. In classifica i rossoneri restano in vetta con 13 punti, mentre i capitolini sono ottavi a quota 8 insieme al Verona. 

Focolaio Milan

Il Milan intanto si trova a dover affrontare una nuova emergenza coronavirus, con Gigio Donnarumma e Jens Petter Hauge. I due calciatori  sono risultati positivi dopo gli ultimi controlli. Sono asintomatici e già sottoposti a isolamento domiciliare come da protocollo. Insieme a loro sono risultati contagiati anche altri tre membri del gruppo squadra. In totale, con Gabbia ancora positivo, in casa Milan salgono dunque a tre i giocatori indisponibili a causa del Covid. Una situazione da gestire con cautela in vista d dei prossimi impegni ravvicinati dei rossoneri. Senza Donnarumma, Pioli dovrà infatti affidarsi a Tatarusanu tra i pali, rischiando di rompere un po' quell'equilibrio difensivo che ha contribuito al momento magico dei rossoneri post lockdown. Il portiere ha lasciato questo messaggio sul suo account Instagram: "Ciao a tutti, purtroppo sono risultato positivo al COVID -19. Innanzitutto voglio dirvi che sto bene. Inoltre colgo l’occasione per dedicare il mio pensiero a tutti coloro che stanno lottando contro il virus: siate forti! Non mollate! Agli altri ricordo di mantenere le distanze, indossare le mascherine, lavarsi le mani! Tutto aiuta a provare a stoppare questo virus. Intanto stasera sarò davanti alla tv a fare il tifo per i miei compagni. Forza Milan". Anche Jens Petter Hauge ha rassicurato tutti: "Sfortunatamente sono risultato positivo al Covid 19 - scrive l'attaccante norvegese su Instagram - mi sento bene e grazie per tutti i messaggi che ho ricevuto oggi. Tornerò il prima possibile più forte di prima".
 



Serie A, a San Siro Milan-Roma 3-3, i rossoneri tre volte in vantaggio ma sempre raggiunti restano primi in calssifica
Tags: Milan, roma, SeriaA

Share this story: