Stop agli smartphone a scuola, anche a scopo didattico

Stop agli smartphone a scuola, anche a scopo didattico

Stop agli smartphone a scuola, anche a scopo didattico Photo Credit: fotogramma.it


Il ministro Valditara ha firmato la circolare che vieta dal prossimo anno l’uso dello smartphone a scuola, anche per scopo didattico e il ritorno al caro e vecchio diario

Stop ai cellulari

Il ministro dell’istruzione e del merito Valditara ha firmato oggi la circolare che vieta dal prossimo anno l’uso del cellulare a scuola per qualsiasi scopo, anche didattico: “non credo che si faccia buona didattica con un cellulare fino alle scuole medie” ha affermato il ministro. Questo però non significa che i ragazzi non potranno usare tablet o computer per poter svolgere compiti o esercitazioni, ma dovranno sempre essere guidati e supervisionati dal docente. Il ministro ha continuato: “la scuola come comunità educante non può prescindere dal ruolo del docente che deve guidare questi strumenti. Deve valorizzare, motivare e dare entusiasmo ai giovani. Bisogna evitare che i nostri ragazzi stiano più dentro alla community dei social che dentro alla comunità delle relazioni”.

Il ritorno del caro e vecchio diario

I ragazzi si sono ormai abituati al registro elettronico, strumento che permette agli insegnanti di inserire online compiti a casa, note, presenze e assenze. Il ministro Valditara oggi ha parlato però anche di questo e della sua volontà di reintrodurre il diario cartaceo per i ragazzi: “Con quella rivoluzione per cui bisognava andare verso le nuove tecnologie sempre e comunque, i compiti a casa venivano messi sul registro elettronico, su quella scheda elettronica che un bambino era costretto a consultare oppure doveva ricorrere ai genitori. Fermo restando che i genitori continueranno a essere avvisati con questo strumento, ho disposto che per il prossimo anno scolastico e per gli anni successivi ritorni il diario di una volta dove il bambino segna a penna che cosa deve fare per domani, per dopodomani, e i compiti a casa" ha aggiunto il ministro. In questo modo, "il genitore potrà controllare se il figlio non gli fa vedere il diario però il bambino si abitua a scrivere. Noi dobbiamo riabituare i nostri ragazzi al rapporto con la penna e con la carta”.

Esperimento in Svizzera: una scuola senza smartphone

Mentre il ministro Valditara firma la circolare per vietare gli smartphone in classe e reintrodurre il diario per segnare i compiti, in Svizzera, nella piccola località di Würenlos, si attua l’esperimento di una scuola senza cellulari. L’istituto scolastico, che ospita 740 studenti, tra elementari e medie, ha deciso di vietare l’uso degli smartphone con risultati molto positivi. L’obiettivo è quello di migliorare la concentrazione e il benessere degli studenti, la direttrice dell’istituto ha dichiarato: “I ragazzi si distraggono meno senza cellulari e si concentrano meglio in classe. Inoltre, sono anche più felici”.



Argomenti

scuola
smartphone
svizzera
valditara

Gli ultimi articoli di Angela Gugliara

  • Valdobbiadene, tutto il paese corre per aiutare il sindaco a dimagrire

    Valdobbiadene, tutto il paese corre per aiutare il sindaco a dimagrire

  • Per l’80% degli studenti il carico dei compiti delle vacanze è eccessivo

    Per l’80% degli studenti il carico dei compiti delle vacanze è eccessivo

  • L’ Aeroporto di Milano Malpensa è stato ufficialmente intitolato a Silvio Berlusconi

    L’ Aeroporto di Milano Malpensa è stato ufficialmente intitolato a Silvio Berlusconi

  • L’università perde i documenti e dopo 10 anni annulla una laurea in medicina

    L’università perde i documenti e dopo 10 anni annulla una laurea in medicina

  • Fa disperdere le ceneri del marito senza dire niente alla figlia: donna condannata a un risarcimento di 50mila euro

    Fa disperdere le ceneri del marito senza dire niente alla figlia: donna condannata a un risarcimento di 50mila euro

  • Ospedali a rischio tilt: carenza di personale e ferie estive mettono in grande difficoltà il sistema sanitario nazionale

    Ospedali a rischio tilt: carenza di personale e ferie estive mettono in grande difficoltà il sistema sanitario nazionale

  • Dallo stretto di Gargamella all’Oscar di Pirandello, i peggiori strafalcioni della Maturità 2024

    Dallo stretto di Gargamella all’Oscar di Pirandello, i peggiori strafalcioni della Maturità 2024

  • Molestie sul lavoro, Istat: circa l’81% delle vittime è donna

    Molestie sul lavoro, Istat: circa l’81% delle vittime è donna

  • Dal 3 luglio scatta l’obbligo Ue per i tappi che non si staccano dalle bottiglie di plastica

    Dal 3 luglio scatta l’obbligo Ue per i tappi che non si staccano dalle bottiglie di plastica

  • Per la band bolognese è arrivato il momento di prendersi una pausa, l’annuncio arriva su Instagram e alla fine del loro live allo Sherwood Festival di Padova. I cinque ragazzi che hanno raggiunto il grande pubblico con la loro partecipazione al Festi

    Lo Stato Sociale si ferma: stop ai concerti a tempo indeterminato