Ministro Speranza: siamo ancora nel pieno della pandemia, sono giorni non semplici, avanti con i vaccini

01 dicembre 2021, ore 12:00

Grazie ai vaccini la situazione è significativamente migliorata rispetto a un anno fa, ma non è ancora il momento di abbbassare la guardia perchè il virus c'è ancora. Il monito arriva dal ministro della salute Roberto Speranza, che sottolinea l'importanza della campagna vaccinale e del PNRR

IL VIRUS C'E' ANCORA

Non bisogna dimenticare che la situazione, rispetto a un anno fa, è radicalmente cambiata. Grazie ai vaccini, l’aumento di contagi è sotto controllo, le terapie intensive non vivono situazioni di emergenza, il numero dei morti è drasticamente calato. Ma c’è un risvolto della medaglia: giustamente ci sentiamo tutti più sicuri e in questi casi – inevitabilmente- l’attenzione cala: non siamo più rigorosi con le mascherine, c’è meno cautela nell’evitare gli assembramenti. Ma non è ancora tempo di abbassare la guardia: siamo tutti più protetti grazie alla campagna vaccinale, ma il virus c’è ancora. Dobbiamo continuare a guardarlo con sospetto. Il concetto è stato ribadito questa mattina dal ministro della salute Roberto Speranza: “Sono ancora giorni non semplici. Come è evidente stiamo ancora dentro il pieno di una pandemia che vede numeri crescenti in tutti i Paesi europei e, anche se leggermente più bassi, numeri importanti e in crescita anche nel nostro Paese. Non c'è alcun dubbio che ancora in queste ore dovremo investire con ogni energia sulla vera leva che abbiamo, e cioè la campagna di vaccinazione. I numeri degli ultimi giorni sono numeri molto incoraggianti: c'è una crescita importante delle terze dosi e c'è una crescita anche delle prime dosi, a riprova che le misure che abbiamo stabilito stanno dando un ulteriore impulso importante alla campagna di vaccinazione”.

Ministro Speranza: siamo ancora nel pieno della pandemia, sono giorni non semplici, avanti con i vaccini

PNRR, RISORSE STRAORDINARIE

La pandemia ha avuto un impatto sulla salute pubblica, ma anche sull’economia. L’Italia, e il resto del mondo, stanno cercando di rialzarsi. Anche e soprattutto grazie ai fondi del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Anche di questo ha parlato il ministro della salute Roberto Speranza: “Dentro questa fase, mentre combattiamo contro il Covid, dobbiamo al tempo stesso iniziare a mettere a terra la sanità del futuro e il Pnrr serve a questo: mette a disposizione risorse senza precedenti. Con il Pnrr abbiamo risorse straordinarie che possono fare la differenza. Dobbiamo investirle bene, essere veloci e fare le scelte giuste. Siamo fiduciosi di poter rispettare tutte le scadenze e se possibile anche essere in anticipo sulle scadenze, come stiamo provando a fare, perchè questa è un'occasione senza precedenti per costruire un Servizio Sanitario Nazionale forte”.

Tags: covid, PNRR, Speranza, vaccini

Share this story: