Notre Dame: sono passati tre anni dal rogo che divampò nella cattedrale parigina, a buon punto il restauro

15 aprile 2022, ore 12:30

Il 15 aprile del 2019 le immagini di Notre Dame avvolta dalle fiamme irrompono sui media internazionali; un vero e proprio choc perché la cattedrale è simbolo di Parigi, le cause non sono ancora del tutto chiare

 Tutti ricordiamo le immagini di forte impatto trasmesse dalle tv di  mezzo mondo che ritraevano la cattedrale in fiamme, il rogo visibile dal lungo Senna lasciava sconcertati. Era il 15 aprile del 2019 e ora, a tre anni dall'incendio che l'ha parzialmente devastata, la cattedrale di Notre-Dame  ritrova progressivamente la sua bellezza originaria, grazie al lavoro quotidiano di un esercito di artigiani al lavoro per ricostruirla, ripulirla e bonificarla dalle polveri di piombo sprigionatesi dal rogo. "La pulizia interna delle volte, delle mura e del pavimento", che dovrebbe terminare tra poco, come anche la preparazione delle volte in vista della loro completa ricostruzione, "hanno restituito alla cattedrale il suo candore originale", hanno spiegato i responsabili del vasto cantiere. 


Notre-Dame, simbolo di Parigi

Prima dell'incendio che scosse la Francia e l'Europa, la cattedrale simbolo di Parigi accoglieva ogni anno oltre 12 milioni di visitatori, 2.400 funzioni religiose e 150 concerti. Il cantiere parigino che dovrà riportare il monumento al suo precedente splendore ha potuto contare su uno slancio di solidarietà senza precedenti, con doni per 844 milioni di euro giunti da tutto il mondo. L'obiettivo è riaprire la cattedrale al pubblico nel 2024, anno dei Giochi Olimpici di Parigi.   Le cause dell'incendio restano ancora incerte, ma gli inquirenti continuano a propendere per lo scenario di un'imprudenza piuttosto che quello di un atto doloso. Nel giugno 2019, al termine dell'inchiesta preliminare, il procuratore di Parigi Rémy Heitz aveva detto di favorire l'ipotesi di un incidente, evocando una sigaretta spenta male o un guasto elettrico. Una fonte vicina al dossier citata dalla France Presse dice che le cause sono "al 99% accidentali".

Un po' di storia

La cattedrale, un gioiello dell’architettura gotica medievale che sorge nel mezzo della Senna, sulla cosiddetta Île de la Cité, ha richiesto oltre 200 anni di lavori, iniziati durante il regno di Luigi VII, nel 1163, e completati nel 1345 . A Notre- Dame si sono celebrati avvenimenti importanti, come l’incoronazione di Napoleone Bonaparte, la beatificazione di Giovanna d’Arco e l’incoronazione di Enrico VI d’Inghilterra. La cattedrale visse un periodo buio alla fine del ‘700, durante la rivoluzione francese, quando fu danneggiata e trascurata. Il romanzo del 1831 di Victor Hugo, Notre-Dame de Paris  fece rivivere l'interesse per la cattedrale, denunciandone il cattivo stato di conservazione.

Tour virtuale e film sul rogo

Mentre a La Défense, alle porte di Parigi, è possibile una visita 'virtuale' della cattedrale, al cinema è uscito 'Notre-Dame in fiamme' di Jean-Jaques Annaud che ricostruisce le 24 ore che precedono la mattina del 16 aprile 2019, quando finalmente l'incendio che ha devastato la cattedrale venne dichiarato sotto controllo. Il racconto ricostruisce la sfida che hanno dovuto fronteggiare i servizi di emergenza, avvisati con notevole ritardo, le difficoltà nel trasportare uomini e attrezzature attraverso il traffico parigino congestionato e la folla dei curiosi e la pericolosa lotta di chi ha dovuto affrontare il mostruoso incendio trionfando, a fine nottata,


Notre Dame: sono passati tre anni dal rogo che divampò nella cattedrale parigina, a buon punto il restauro
Tags: incendio, Notre-Dame, Parigi

Share this story: