“La voce mi ha fatto capire l’importanza di Dio”, Silvia Mezzanotte racconta il suo rapporto con la Fede

25 agosto 2021, ore 20:00

Nel 2016 la Mezzanotte vinse "Tale e quale Show ", tra le interpretazioni più belle quella di MIna e di Laura Pausini, per lei la più difficile., perchè distante vocalmente


 La voce prima di tutto. Quindi il talento insuperabile di Silvia Mezzanotte, che per anni ha fatto parte dei Matia Bazar. Adesso la cantante ringrazia Dio per il dono ricevuto: “Grazie alla mia voce ho scoperto la Fede, la voce è un dono che mi ha dato Dio”. Silvia Mezzanotte si confessa in un’intervista in diretta su RTL102.5 News, durante Trends&Celebrities. La Mezzanotte parla anche della scomparsa di Charlie Watts, lo storico batterista dei Rolling Stones, e ripercorre la sua amicizia con Giancarlo Golzi (che è stato per molti anni il batterista dei Matia Bazar, scomparso sei anni fa).“Si tratta di una di quelle ferite che non si ricuce, anche per mia espressa volontà. C’è la volontà di tenerlo vivo nei miei pensieri, è stato un fratello maggiore per me. Questo è stato il motivo per cui non mi sono più ritrovata nella formazione dei Matia Bazar, che ho lasciato”, dice la Mezzanotte.


L’IMPORTANZA DELLE DONNE E LA RIFLESSIONE SULL’AFGHANISTAN

Protagonista della musica, ma anche del teatro e della televisione (indimenticabili le sue performances a Tale quale show), l’ex dei Matia Bazar sta girando l’Italia con un tourneè da sogno. Nello spettacolo “Le mie regine” – ad esempio - racconta le grandi donne della musica. “Hanno contribuito a farmi divenire ciò che sono oggi. Hanno avuto tutte vite personali complicate, anche per la paura del giudizio. Illustro anche la condizione della donna nel mondo dello spettacolo, che si complica se si ha una famiglia o si è una mamma”, svela in diretta. Silvia Mezzanotte parla di Mina, Ornella Vanoni, Liza Minnelli e Maria Callas: giganti del mondo della musica che segnano indelebilmente la sua passione per la musica. Le donne sicuramente rappresentano per lei un vero punto di forza. E quello che sta accadendo in Afghanistan, negli ultimi giorni, rattrista profondamente la cantante. Che dice: “Sono molto rammaricata: da qui è difficile comprendere cosa sta succedendo. Molte donne in lì sono scomparse, chiuse in casa, tornate indietro a un ventennio fa, quando la figura della donna doveva essere cancellata. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione su questo argomento”.


LE IMITAZIONI DI SILVIA A TALE QUALE SHOW

Ampio spazio, poi, durante l’intervista alla televisione. Capitolo “Tale e Quale Show”, condotto da Carlo Conti e vinto proprio dalla Mezzanotte nel 2016. Silvia Mezzanotte non nasconde le difficoltà di quel format, dove la trasformazione ed il trucco sono importantissimi. Poi tanta preparazione, ore ed ore di prove e lezioni prima della diretta del venerdì sera. “Il consiglio, valido per tutti i partecipanti, è di non sottovalutare l’impegno, che è tutt’altro che semplice. Anche se sei in grado di cantare, imitare è un’altra cosa. Serve capacità di omaggiare e di limitarsi ,senza fare la caricatura dei personaggi”, continua. Durante la sua avventura su Rai Uno, oltre a Mina, la Mezzanotte imitò anche Laura Pausini. “La più difficile in assoluto, perché la mia voce è molto distante da quella di Laura. Sono stata anche la sua corista qualche anno fa, nel brano ‘La Solitudine', conclude.

“La voce mi ha fatto capire l’importanza di Dio”, Silvia Mezzanotte racconta il suo rapporto con la Fede
Tags: Fede, Le mie Regine, Mezzanotte , Voce

Share this story: