Donnavventura con RTL 102.5 in Madagascar

13 maggio 2016, ore 07:00 , agg. alle 10:41

L'inviata Veronica ospite in Onorevole Dj con Federica Gentile e Federico Vespa dalle ore 19

Si rinnova l'appuntamento con Donnavventura e RTL 102.5. Stavolta ospite in Onorevole Dj con Federica Gentile e Federico Vespa oggi in RADIOVISIONE dalle ore 19 è Veronica, detta "Very" o “Vichi” ha 28 anni ed è di Roma, è laureata in Scienze della comunicazione con specializzazione in giornalismo. L'inviata ci racconterà i segreti del Madagascar.
Donnavventura con RTL 102.5 in Madagascar
Chiamato l’ “Isola continente”, il Madagascar è un luogo tutto da scoprire dall’estremo Nord al profondo Sud, un’esperienza culturalmente interessante, emotivamente coinvolgente ed in certi momenti fisicamente e mentalmente dura. Il Madagascar è una sorta di arca di Noè nell’Oceano Indiano, definirlo “unico” sarebbe riduttivo vista la ricchezza della fauna, delle tradizioni e dei paesaggi.

Ogni giorno ci emozioniamo di fronte alla natura che cambia, alle case costruite con legno e foglie di palma intrecciate, a qualche bambino che viene a chiederci caramelle. Qui si vive e si lavora per la strada. Dai mercatini, alle persone che puliscono la manioca, dalle donne che passano trasportando grandi ceste sulla testa ai bambini che giocano un po’ con tutto quello che trovano.

Ed ogni volta che ci avviciniamo, anche nel villaggio più sperduto e, almeno apparentemente, quasi abbandonato, ecco che praticamente tutti gli abitanti si avvicinano a noi creando un piccolo capannello. In prima linea ci sono sempre i bambini, bellissimi, sorridenti e molto festosi.

L’espressione malgascia “mora mora” (piano, piano!) riassume perfettamente l’atteggiamento degli abitanti del posto verso i viaggiatori troppo impazienti o esigenti. Secondo la mentalità locale infatti non vale la pena di inquietarsi per ciò che non si ha modo di rimediare!

Il mio team ed io siamo partite da Tana a bordo dei nostri pick up attraversando il Madagascar da est a ovest: Antsirabe, Miandrivazo, Morondava, Bekopaka, nomi fino a pochi giorni fa sconosciuti, ma che ora evocano in me musiche, suoni, colori, odori di libertà, di semplicità e felicità. Puntiamo dritto verso sud, e ogni volta che mi lascio alle spalle un villaggio è come se lasciassi una parte di me e prendessi un piccolo pezzetto di loro, della loro vita, della loro quotidianità.

All’improvviso arriviamo in un paradiso naturale, circondati da Baobab millenari, alberi che in questo mite inverno australe sono spogli, ma non per questo meno affascinanti; colossi imponenti che sembrano darci il benvenuto in questa terra speciale, potrei giurare di aver visto qualche ramo inchinarsi al nostro passaggio. Non c’è da stupirsi visto che siamo arrivati a Morondava, “il paradiso dei baobab”. Queste piante dalla conformazione particolare in genere si stagliano solitarie all'orizzonte, ma di rado capita che si intreccino tra loro, come nel caso dei cosiddetti “baobab innamorati”. Ben sette delle otto specie esistenti si trovano qui in Madagascar.

E anche la fauna è ineguagliabile: osservare da vicino i Lemuri nel Parco nazionale del Kirindy, conoscere e scoprire i Fossa, i più grandi carnivori del Madagascar, simili a piccoli puma e più agili di un gatto, è stata un’esperienza unica.

Qui la vita scorre tranquilla lungo i fiumi, già di prima mattina le barche dei pescatori si muovono al largo in cerca di cavallucci marini e cetrioli di mare, mentre le donne si affrettano a lavare i panni e per un attimo ho come l’impressione che il tempo si sia fermato!Madagascar, molto più di quanto mi aspettassi... Una terra da scoprire con il cuore.


Veronica
Donnavventura e RTL 102.5 in Madagascar

Share this story: