Donnavventura con RTL 102.5 in Brasile

27 maggio 2016, ore 14:30 , agg. alle 14:56

L'inviata Ilaria ospite in Onorevole Dj con Federica Gentile e Federico Vespa dalle ore 19

Si rinnova l'appuntamento con Donnavventura e RTL 102.5. Stavolta ospite in Onorevole Dj con Federica Gentile e Federico Vespa oggi in RADIOVISIONE dalle ore 19 è Ilaria è nata il 7 febbraio, è del segno dell’Acquario. Vive a Roma, e sono soprattutto parlantina e simpatia a contraddistinguerla. E’ laureata in Lingue: Inglese, Spagnolo e Russo, ovviamente approfonditi con diversi corsi di specializzazione all’estero. A farle conoscere Donnavventura è stata sua nonna e questo l’ha spinta a partecipare alle prime selezioni nel 2005, poi nel 2007 e di nuovo nel 2008 quando è stato quello giusto! Donnavventura rappresenta per Ilaria un modo per superare i suoi limiti, ma soprattutto di imparare qualcosa di nuovo.
Donnavventura con RTL 102.5 in Brasile
Mutamento e cambiamento: ecco le caratteristiche principali che riassumono questa spedizione in Brasile. Nulla è statico, tutto si trasforma in un’evoluzione continua e quasi sempre inaspettata: dai luoghi, alle persone, ai paesaggi.

Siamo partiti dalle grandi, rumorose ma coloratissime città brasiliane, per poi puntare verso la costa in direzione Salvador de Bahia e risalire verso nord lungo le spiagge.Non più asfalto ma km e km di spiaggia, alternata solo da qualche piccola lagoa (lagune salmastre) che attraversiamo grazie alle balse, piccole zattere di legno per lo più senza motore.Mare, vento e sole sono gli elementi che contraddistinguono luoghi come Praia de Pipa , Canoa Quebrada e Jericoacoara , diventati oggi meta ambita per un turismo giovane ed alternativo amante del surf e del kite, oltre che della pace e della tranquillità. Infatti oltre alle enormi spiagge, usuali luoghi di ritrovo per praticare questi sport, ve ne esistono alcune ancora incontaminate e poco frequentate dove è possibile godersi il paesaggio in silenzio.

Per cogliere però la vera essenza della zona costiera del nordest bisogna spingersi al di là delle bianche dune di sabbia che separano l’oceano Atlantico. Difficili da scalare, se non con jeep come le nostre, le dune nascondono posti sperduti come Porto do Galos, Cabouré e Vassuri, dove l’irrefrenabile processo di civilizzazione sembra essersi fermato molti anni addietro: dei piccoli villaggi di pescatori con pochissimi abitanti che racchiudono in sè il vero significato di vivere in semplicità e con grande umiltà.

Solo Barrerirnhas ha conosciuto di recente un maggiore sviluppo economico e turistico grazie soprattutto alla presenza del Parco Nazionale dei Lençois Maranhenseis, che mantiene tutt’ora la sua originaria integrità: dune di sabbia bianchissima e finissima intervallate da vere e proprie piscine naturali di acqua piovana, uno spettacolo della natura dove l’unica cosa visibile è il riflesso dei nostri pick up nelle acque cristalline delle piscine.

Ancora una fugace incursione nelle città di Sao Luis e Belem prima di lasciare la terra ferma ed iniziare una lunga navigazione che ci porterà a scoprire il cuore del Brasile : la tanto attesa Amazzonia.

La natura si fa sempre più selvaggia, si trovano sempre meno costruzioni e sempre più vegetazione. La foresta amazzonica, o selva come la chiamano i locali, offre odori, colori e suoni sempre diversi, seducenti ed affascinanti. Impossibile non rimanerne travolti. Mi sento un fortunato ospite di un posto davvero unico al mondo.

Pappagalli ed uccelli di ogni tipo e colore volano sopra la mia testa mentre sotto di me le acque pullulano di altrettante specie di pesci, rettili e perfino mammiferi. Famoso per la sua pigmentazione è il Botu Rosa, delfino di acqua dolce, che vive solamente nel bacino amazzonico ed è difficilissimo da vedere.

Indescrivibile l’emozione di nuotarci assieme per più di mezz’ora potendolo osservare e perfino toccare! Ma anche veder arrivare piccole scimmiette dispettose alla ricerca di cibo, prendere in mano un pirana, poter ascoltare i suoni notturni della foresta subito dopo aver toccato con mano un piccolo jacaré, questo e chissà quanto ancora è in grado di offrire la vasta Amazzonia.

Basta semplicemente pronunciarne il nome per sentire un brivido attraversare tutto il corpo.
Donnavventura con RTL 102.5 in Brasile

Share this story: