Soddisfazione del gruppo Rtl 102.5 per il nuovo piano DAB+, Suraci: "Siamo stati precursori del sistema, un lungo percorso durato 21 anni"

29 luglio 2022, ore 17:14 , agg. alle 17:42

Tutto questo consentirà agli stessi operatori di poter consolidare gli investimenti effettuati sino ad oggi e quelli che verranno fatti in vista del consolidamento delle reti digitali

La radiofonia si avvia in modo definitivo verso l’era digitale su frequenze terresti. Il percorso del gruppo RTL 102.5 è iniziato oltre vent'anni fa con i primi investimenti. Adesso arriva l'approvazione da parte dell’Agcom del piano DAB +, che ha individuato ed assegnato al settore unito le risorse frequenziali digitali, definendo un piano organico per il futuro sviluppo del DAB +.


L'Autorità

L'Autorità, grazie in parte anche al lavoro svolto dal Ministero dello Sviluppo Economico con i Paesi confinanti, ha potuto predisporre il piano DAB + da poco approvato che finalmente metterà ordine alle frequenze digitali e consentirà agli operatori radiofonici di poter operare in un quadro radioelettrico regolato su tutto il territorio nazionale. Tutto questo consentirà agli stessi di poter consolidare gli investimenti effettuati sino ad oggi e quelli che verranno fatti in vista del consolidamento delle reti digitali.


Suraci

"Da parte del gruppo RTL 102.5, che è stato precursore del sistema DAB +, c’è grande soddisfazione ed euforia per l’accordo, ma si sottolinea il lungo percorso che ha portato a questo risultato durato ben 21 anni. Tanti ne sono passati dalla prima autorizzazione DAB datata 24 aprile 2001", dichiara il presidente di RTL 102.5 Lorenzo Suraci.

Soddisfazione del gruppo Rtl 102.5  per il nuovo piano DAB+, Suraci: "Siamo stati precursori del sistema, un lungo percorso durato 21 anni"
Tags: Dab, radio, Rtl102.5, suraci

Share this story: