Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Libia: due naufragi nel Mediterraneo, almeno 170 morti, ministro Interno Salvini, tornano le Ong, tornano i morti, i porti restano chiusi
- Usa: presidente Trump, manterrò promessa sul muro al confine con il Messico, il mio è piano di buon senso, i democratici si dicono contrari
- Matera: la città è la Capitale europea della cultura 2019, premier Conte, sarà la riscossa per il Sud, Mattarella, oggi giorno di orgoglio per Italia
- Roma: terroristi latitanti, dossier sul tavolo del Viminale, 30 in giro per il mondo, 14 solo in Francia, ministro Interno Salvini, pronto a incontrare Macron
- Burkina Faso: l'italiano Luca Tacchetto e la fidanzata canadese potrebbero essere stati rapiti, massimo riserbo dal Ministero degli Esteri
- Brescia: delitto Stefania Crotti, disposto il fermo della ex amante del marito, è una donna di 44 anni
- Calcio: Serie A, anticipi, Roma Torino 3- 2, Udinese-Parma 1-2, Inter-Sassuolo 0-0, oggi Napoli-Lazio, lunedì Milan-Genoa e Juventus-Chievo
- Formula 1: Mick Schumacher Jr entra a far parte della Ferrari Driver Academy, il vivaio della scuderia di Maranello per piloti promettenti
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
08 novembre 2018

Principe Carlo, futuro re alla soglia dei 70 anni, non sono stupido

Le dichiarazioni in una delle rare interviste, concessa alla BBC

"Non sono stupido". Avviato verso i 70 anni, età in cui anche i più alti funzionari dello Stato vanno in pensione, e sempre in attesa di ereditare la corona indossata saldamente da sua madre, il principe Carlo rassicura in questi termini i sudditi in una rara intervista a tutto campo concessa alla Bbc. Intervista in cui sfiora persino l'argomento tabù della successione, mentre prova a rintuzzare le accuse ricorrenti d'ingerenza nella vita pubblica e difende le ragioni del proprio impegno civile, non senza garantire che le esternazioni cesseranno una volta divenuto re. L'occasione è un documentario - intitolato 'Prince, Son and Heir: Charles at 70' - girato in suo onore in vista del 70esimo compleanno del 14 novembre, frutto del lavoro di una troupe che lo ha seguito per circa 12 mesi, assieme alla consorte Camilla, tentando di coglierlo in una dimensione meno distaccata del solito, anche privata, e nello stesso tempo di darne l'immagine di un uomo impegnato a tempo pieno, intensamente, al servizio della monarchia e del Regno. "Io penso - afferma l'erede al trono britannico - che sia essenziale ricordare come ci sia spazio per un solo sovrano alla volta, non due. E che non puoi comportarti come un re quando sei il principe di Galles". Nel contempo "l'idea di andare avanti" con le esternazioni "se dovessi arrivare alla successione sarebbe una completa assurdità, poichè le due situazioni sono totalmente diverse". Quindi niente campagne pubbliche una volta sul trono, gli viene chiesto? "No, non sono così stupido", è la risposta accompagnata da un mezzo sorriso. 

Principe Carlo, futuro re alla soglia dei 70 anni, non sono stupido